L’errore in rassegna
5 Agosto Ago 2012 1817 05 agosto 2012

I nomi accrescitivi e i falsi accrescitivi.

I nomi accrescitivi sono quei nomi alterati (cioè nomi che hanno leggermente modificato il loro significato originario tramite un suffisso) che si formano con i suffissi – one, -zone, -otto (bellone). Quando si usa un accrescitivo, bisogna prestare attenzione al nome femminile che si vuole far “accrescere”. Il nome femminile, infatti, di regola diventa maschile nella forma del suo accrescitivo (la donna, il donnone; una donna, un donnone). E, importante saperlo, ci sono certi accrescitivi che, in realtà, devono essere chiamati falsi accrescitivi. Alcuni sostantivi, infatti, pur essendo primitivi (cioè nomi che non derivano da un’altra parola) presentano i suffissi di nomi alterati: mattone, melone, burrone, lampone, bottone.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook