What’s Around
5 Agosto Ago 2012 1618 05 agosto 2012

Uno sgabuzzino (privato) in spiaggia a Cefalù

Se un giorno un uomo, per far colpo su di voi, dovesse dirvi: "Vieni con me, ti porto a vedere la mia stanza sulla spiaggia", potreste anche credergli.

Perché a Cefalù, nota cittadina di mare siciliana, qualcuno ha pensato bene di ricavare uno spazio privato proprio sul muro che separa la spiaggia dal lungomare.

Succede una domenica di Agosto di una settimana fa: mi trovavo nella splendida Cefalù quando, dopo aver steso il mio telo sulla sabbia bollente, noto uno... sgabuzzino. Privato. Mi avvicino, è chiuso a chiave ma si vede chiaramente l'interno: palloni, sdraio, sedie, ombrelloni, canne da pesca e arnesi vari da spiaggia (forse anche una tavola da surf). Una vera "chicca", insomma: perché dover riempire il bagagliaio di oggetti da mare e trascinarli da casa quando si possono comodamente depositare in uno sgabuzzino fronte mare?

Dal muro si vede una scala di ferro calata dalla strada e sistemata alla buona. Servirà per facilitare l'arrivo allo stanzino poiché la scaletta ufficiale per la discesa a mare è parecchio più avanti.

La gente intorno è ignara oppure non vede, o non vuole vedere.

Qui è tutto normale.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook