Alessandro Da Rold
Portineria Milano
14 Agosto Ago 2012 1532 14 agosto 2012

Chiedeva le dimissioni della Minetti, ora la Beccalossi si spoglia su Corriere.it

Quando Angelino Alfano ordinò a Nicole Minetti di dimettersi dal consiglio regionale, fu la prima a difendere l'operato del segretario del Popolo della Libertà. Ma Viviana Beccalossi, ex vicepresidente di regione Lombardia e deputato, sembra non disdegnare le pose sensuali a cui ci ha abituato anche l'ex igienista dentale sui giornali patinati. Non si spiegherebbe altrimenti l'intervista apparsa oggi su Corriere.it dal titolo «Beccalossi, la sexy onorevole in vacanza a Ponte di Legno».

L'effetto è diverso, come pure il peso politico. La Beccalossi è stata per tre volte eletta in consiglio regionale grazie ai voti conquistati sul territorio. E questo, va detto, è sempre stata la sua critica alla bella Nicole, che al Pirelli ci è arrivata nel listino bloccato su ordine di Silvio Berlusconi. «Lo dicevo» disse a Repubblica «non certo per le vicende giudiziarie che poi sono seguite, ma per un principio irrinunciabile, che in politica dovrebbe valere per tutti: bisogna premiare il merito, anche nel Pdl ci sono tantissimi giovani che lavorano sul territorio e si sono fatti le ossa nelle amministrazioni locali: loro dovevamo promuovere, e invece han messo la Minetti, che in consiglio regionale non lascia alcuna traccia del proprio impegno». Ci resta un dubbio atroce: non è che la politica lombarda si sta minettizzando?  

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook