Una figlia come te
12 Settembre Set 2012 0642 12 settembre 2012

Ho ingoiato un cellulare?

Il primo calcio l'ho sentito il giorno dell'amniocentesi. Ero a poco più di 17 settimane e con Mr P. ci stavamo gustando due paninazzi del McDonald's sul lettone, davanti a un film di Bud Spencer e Terence Hill. Io avevo preso il Filet o'fish, menu ovviamente, tranne per la Coca cola perché a quei tempi ancora non sopportavo il gas delle bollicine nello stomaco. Alle patatine fritte, invece, non avevo rinunciato!

Da allora nella mia pancia è successo più o meno di tutto. Calcioni da farmi sollevare le gambe per riflesso (documentati anche con video), movimenti vari da destra a sinistra e viceversa, visibili anche da fuori. Quella cosa delle tenere bollicine o delle farfalle nella pancia - così in molti descrivono i primi movimenti del bambino - il mio bebè ha deciso di saltarla proprio. Meglio dare un segnale chiaro e inconfondibile, si sarà detto. E in fondo sono d'accordo: io avrei fatto lo stesso.

L'ultima pratica è una specie di vibrazione. Non ho ancora deciso se sorriderne o cominciare a preoccuparmi, ma da un po' di tempo insieme ai (poco delicati) calcetti avverto come un tremore. Come in quei film demenziali in cui il protagonista ingoia un cellulare, qualcuno gli telefona e la pancia vibra: ecco, io ancora non sono riuscita a "rispondere" ma la sensazione è quella.

Cosa starà succedendo? In attesa di vedere il ginecoloco - mancano pochi giorni alla visita di routine e io detesto chiamarlo per ogni piccola cosa, quindi aspetterò - ho fatto un giro su Internet. Tanto è così: all'inizio me la tiravo tanto, poi anche io ho ceduto al fascino comunitario dei vari forum online in cui gli utenti usano nick come "arte" o "amore", parlano di embrioni e feti come "cucciolini" o "stelline" e si firmano includendo la settimana e i giorni di gravidanza anche se sono incinta da un mese (tipo "mammina 4+2").

Stando a quello che si dice nei forum, comunque, pare che la vibrazione nella pancia sia una sensazione normale. Quanto meno diffusa. È successo anche a Memina, Mamma Orsa e tante altre affiliate ai club di mammole. Quindi per qualche altro giorno, ma sempre con cautela, non me ne preoccuperò. Sarà come aver ingoiato un cellulare. Drin drin!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook