ITALIABILITY
13 Settembre Set 2012 1258 13 settembre 2012

Primarie Pd, contro Renzi, Bersani scaglia Puppato

La mossa di Bersani per cercare di indebolire Renzi assume il volto di Laura Puppato. Bersaniana di ferro, la capogruppo democratica in consiglio regionale veneto, è stata cooptata dal segretario per partecipare alle primarie nel tentativo di contrastare la temuta ascesa di Matteo Renzi. Al sindaco di Firenze, in pregiudicato di scalare il partito, l'establishment democratico oppone ora una donna presentata come "novità" da buona parte della stampa amica.

A cominciare da Repubblica dove Concita De Gregorio non sa far di meglio che presentare Puppato come "bellissima donna", manco fosse un attributo indispensabile per governare. La stessa De Gregorio dal 20 al 22 giugno scorso ha partecipato a tre incontri organizzati a Spinea (Ve), San Donà di Piave (Ve) e Pozzonovo (Pd) dal Partito Democratico.

Gran parte della stampa, di carta e online, si sta mangiando il bocconcino preparato dalla segreteria del Pd. Rainews, La7, ilPost, AgoraVox, Asca e cento altri fanno a gara per presentare la politica veneta come elemento di novità, inondando prontamente anche facebook e twitter. Sul proprio blog, Gad Lerner riprende entusiasta la notizia: "Che tante Laura Puppato fioriscano", scrive, correndando il post con una foto di Puppato del secolo scorso.

Per Renzi, la mossa di Bersani dovrebbe essere la riprova che il Pd non ha nessuna intenzione di abbandonare sistemi obsoleti del confronto politico. Dovrebbe trarne le conseguenze, abbandonare la nave e lasciarla andare alla deriva con tutto il suo carico di vecchiume.

Signor Rossi

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook