Dire, fare, baciare, lettera, pubblicità e comunicazione
14 Settembre Set 2012 0812 14 settembre 2012

Essere un altro

Chi come me é cresciuto a pane e Videomusic non ha paura di nulla. Chi ha la mia età se la ricorda, il vecchio canale che, per la prima volta, trasmetteva 24 ore al giorno video musicali.

Una rivoluzione, uno schianto, qualcosa di mai visto prima.
Finalmente la musica non si ascoltava soltanto, ma la si vedeva anche. Con gioielli preziosi come i video di peter Gabriel, di Bowie, della New Wave inglese degli anni 80, con i migliori registi e i più geniali effetti speciali ad accompagnare successi mondiali e boiate estive.

Poi, quel sogno tutto italiano fini', ma non siamo rimasti soli. A dare il cambio, arrivo' MTV.

Ed é stato un uragano di idee nuove, di assalti frontali alla nostra retina e ai nostri timpani. Una ricerca costante della nuova frontiera delle idee, della creatività.

E stavolta hanno fatto una cosa follemente geniale, per pubblicizzare il loro servizio di telefonia mobile destinato a un pubblico relativamente giovane. Il pubblico MTV appunto.
E' una di quelle idee che é difficilissimo raccontare. Anche perché raccontarle, con le sole parole, rende pochissimo l'idea della innovazione e della genialità. E' una full immersion in un party abbastanza sbracato in una casa tipica americana. Piscina, musica, ragazze e ragazzi, insomma tutta l'essenza di una festa americana. L'internauta ha la possibilità di essere, a scelta, uno dei protagonisti.

Ve l'ho detto che se la racconto sembra banale, invece é una cosa incredibile e tecnicamente favolosa.

A questo punto, quindi, vi lascio il piacere di provare l'esperienza

http://www.gifmemoreparty.com

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook