Mercato e Libertà
19 Settembre Set 2012 0758 19 settembre 2012

Fermare il declino

Ho aderito a Fermare il Declino perché:

1) è l'unico movimento politico in Italia che ha un programma economico studiato per salvare l'Italia dal declino e non per comprare consensi con affermazioni demagogiche incompatibili con il futuro del paese

2) perché la politica economica italiana è in mano a demagoghi che predicano e praticano gli stessi errori da mezzo secolo e preferirebbero distruggere il paese piuttosto che perdere il proprio potere. ogni parassita ritiene di essere necessario all'ospite, anche quando rischia di ucciderlo. nessun parassita che si rispetti ammetterà mai di essere il problema

3) perché non c'è paragone tra un programma economico scritto da esperti della materia, in base a considerazioni teoriche ed evidenze empiriche e uno scritto da funzionari di partito e politicanti in base a luoghi comuni pseudo-economici: in Italia non c'è differenza tra le scempiaggini di Berlusconi e quelle di Fassina

4) perché in un mondo in cui ciò che è economicamente razionale, e anzi necessario per il futuro del paese, è ipso facto politicamente impossibile, perché tutti i centri di potere si oppongono strenuamente al loro ridimensionamento, dire ciò che serve indipendentemente da quanto si riuscirà a realizzare è il primo piccolo necessario passo per realizzarlo

5) perché se l'Italia deve avere un futuro, non ci sono alternativa ad implementare buona parte dei punti del programma di Fermare il Declino, e magari fare anche di più

Pietro Monsurrò

@pietrom79

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook