Daniele Buzzurro
Mad Web
22 Settembre Set 2012 1402 22 settembre 2012

Task Force del Ministro Passera: Concordi e Discordi

Da ieri sera è partita un'enorme polemica scatenata dal coraggioso e sfrontato articolo di Antonio Lupetti sul suo Woorkup in merito alla Task Force del Ministro Corrado Passera che ha collaborato direttamente con lui alla stesura del Rapporto che punta a rendere più semplice la creazione e l'ingrandirsi di quelle che vengono definite Startup Innovative.

Vorrei quindi fotografare qualcosa per ciò che realmente è, perchè parliamoci chiaro: al di la' delle facili polemiche, il problema esiste ed è concreto, anche se forse Antonio lo ha espresso in maniera troppo forte.

Riprendo la lista della Task Force:

Alessandro Fusacchia. Consigliere del Ministro Passera. Ha coordinato la Task Force nella redazione del Rapporto ministeriale.

Andrea Di Camillo. Investitore e imprenditore, socio e gestore di Principia SGR e dell’acceleratore Boox.

Massimiliano Magrini. Fondatore di Annapurna Ventures, società di venture capital e venture incubator finalizzato al lancio delle startup tecnologiche.

Paolo Barberis. Imprenditore e co-fondatore dell’acceleratore Fiorentino Nana Bianca. Presidente di Dada.it, Supereva.it, Register.it.

Riccardo Donadon. Amministratore delegato di H-Farm, venture incubator che favorisce lo sviluppo di startup basate su innovativi modelli di business.

Luca De Biase. Giornalista del Sole 24 Ore. Direttore scientifico di Digital Accademia, centro per lo sviluppo della cultura digitale, che fa parte del gruppo H-Farm.

Mario Mariani. Fondatore del venture incubator The Net Value.

Giorgio Carcano. Presidente del Parco Scientifico Tecnologico ComoNExt tra le cui finalità si legge “attrarre unità di ricerca e di progettazione di imprese innovative high tech”.

Donatella Solda-Kutzmann. Consulente del Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, per le politiche dell’innovazione.

Selene Biffi. Imprenditrice sociale e consulente su temi di social innovation.

Annibale D’Elia. Lavora a Bollenti Spiriti, il programma della Regione Puglia per i giovani.

Enrico Pozzi. Insegna da anni psicologia sociale a Roma e a Boston.

Giuseppe Ragusa. Docente di econometria e statistica presso l’Università LUISS Guido Carli di Roma e research fellow del Center for Labor and Growth e del LuissLab.

5 imprenditori/finanzieri nel settore IT/Web, 1 professionista di diritto privato dell'informatica, 1 imprenditore past-president dell'UI di Como, 1 aspirante giovane imprenditrice, 1 dipendente della Regione Puglia, 3 Docenti (2 Luiss + 1 SdC La Sapienza), 1 giornalista.

Ora, se questa è la vera lista, che ogni persona si faccia la sua libera opinione su queste persone perchè non devo essere io a valutarli e/o analizzarli. Ci penserà la Storia a dirci se erano le persone giuste, oppure se non servirà a nulla quel che faranno.

Da parte mia, quindi, la fotografia non serve farla a loro, serve farla invece a chi è in accordo con questi nomi, e a chi li critica.

Perchè, quel che mi ha più colpito in assoluto di questo articolo di Antonio sono stati proprio i commenti, e questo mi permette di stilare una mia personale divisione tra i modi di esprimersi, interloquire, parlare e discutere di tanti web guru veri e/o presunti.

Concordi

  • I La Butto in Politica: questa categoria molto spesso concorda con le cose scritte che vanno in qualche modo contro a chi è al Governo, al potere e via dicendo. Il tutto nasce da una insofferenza di base e una cattiva sopportazione della situazione storico/politica in cui si vive oggi, e si va quindi a riassumere in un supporto a chi va contro questa. La categoria comunque è molto varia, perchè ha in se' anche tante persone costruttive che cercano di trovare una soluzione ai problemi, quindi mai generalizzare troppo con loro, vanno visti caso per caso. Attenzione: questa categoria spesso è presente anche nei Discordi, quando però un articolo e/o un post è fatto per sostenere qualcuno o qualcosa su cui questa categoria non si trova in accordo. Consiglio: non rispondere mai, va bene così perchè tutto fa brodo. Esempi:

Il ministrello xxxxxxino ha affossato (svenduto guadagnandoci) la xxxxxxxx assieme a xx xxxxxxxxx ed ha successivamente fallito (speculato) nell'ambito delle telecomnicazioni. Non so se è chiaro a tutti cosa fosse la xxxxxxxx. Un'azienda tutta Italiana che nel 1960 ha dato vita al primo computer desktop. L'unica azienda che concorreva con la xxx negli anni 80-90. Ed adesso l'imprenditore nazional-sovvenzionato, il curatore fallimentare, il devastatore di imprese geniali ha deciso di mettere in piedi una "task force governativa" le startups. Evviva la Peggiocrazia.

chissa' quanta merda ce politica nascosta per frenare i giovani talenti!la politica e' il fallimento dei poveri e' vero,loro si aiutano solo se ce un rendiconto economico!ma non hanno capito che in piena crisi con 10 invenzioni annue in italia 2 si posso produrre sfociando in produzione industriale con tanto di addessi e assunti e posti di lavoro con ritorno del pil per pagare i debiti italiani! non hanno capito un cazzo i politici perche sono dei coglioni!

Era scontato che per il discorso delle competenze avrebbero giustificato il dirottamento di quei fondi nelle mani di chi vogliono loro. Son solo fatti già visti, e gli interessi sono notevoli. Al punto che mi vien da dire che forse la nostra insistenza nel voler aiuti e sviluppo da parte del governo sia stata una richiesta di aiuto fin troppo ingenua.... perché ingenuo è sperare che in mani a tali organi il tutto venga gestito con criterio e trasparenza.

cazzate demagogiche? Forse, ma qui il più pulito cha la rogna e senza l'aiuto politico non si fa nulla. Almeno l'onestà. Eddaje no

Esempio per i Discordi:

capisco. In effetti, nonostante il problema esista, l'articolo è un pò tragico... Anche i commenti e le reazioni sono un pò esagerate.
Comunque sono un pò preoccupato da questo fondo dei fondi. Temo che la quota pubblica finirà per garantire/ripagare la quota raccolta dai privati senza avere un effetto sul costo del capitale per le startup. Potrebbe diventare una leva finanziaria solo a vantaggio del fondo vc di turno.

  • I Voglio Fare La Lite: questa categoria di concordi spesso si mette a discutere con i Discordi del tipo Critico e Offendo perchè una delle cose che più ama fare in un gruppo è proprio quella di discutere e litigare. Sono persone positive di base, ma non possono vedere gli egocentrici membri che offendono il prossimo, percui intervengono sempre. Consigli: aiutateli a capire che la lite non sempre è utile, e che con chi critica ed offende è meglio non interloquire proprio, perchè è gente che si elimina da sola. Esempi:

Senti un po'... ci conosciamo per caso che spari sentenze sul che "cazzo faccio io" o che "cazzo fanno gli altri" ? Ebbene, se tanto ti incuriosisce, sono uno startupper che sta cercando di lanciare la propria idea, come molti stanno facendo in questo paese. Tu te ne sei andato in California, bene... restaci. Io qui sto cercando di contribuire all'ecosistema, e lo faccio soprattutto denunciando ciò che trovo e riscontro essere poco chiaro. Bye Bye!

Oltre ad aver fatto l'Advisor alla xxxxxx che cazzo hai fatto? il Cowboy forse?

xxxxxxx xxxxxxxx xxxx ha lasciato il lavoro sicuro con una busta paga per fare l'imprenditore ed ha tutto il diritto sacrosanto di esprimere liberamente la sua opinione, visto che è un cittadino libero in uno sato libero. Non è che tu stai in California e fai il figo, è facile farlo da li, t'invito a rientrare in Italia a fare lo startupper e vedresti le difficoltà che incontreresti, anche solo per il costo del denaro. Quindi, visto che sei un imprenditore di successo, qui in Italia abbiamo una disoccupazione giovanile altissima, se sei un italiano vero, un patriota, fammi il piacere, torna in Italia crea posti di lavoro, paga le tasse qui, sennò stai zitto che è meglio..

  • I Hai Ragione e Te Lo Dico Con Parole Mie: questa categoria è una delle migliori per l'autore. Gli da ragione, e lo dice in modo pacato ed educato, senza offendere il prossimo. Consigli: nessuno, è perfetta così. Esempi:

immaginavo una cosa simile, ora facciamo luce per piacere ed eventuiali modifiche.. come al solito è tutto un "magna magna" - se si vuole davvero le cose si cambiano.

Startup in Italia dite eh? E magari ci saranno anche VC che selezioneranno le "migliori" idee ... E magari i soldi finiranno e non si sarà combinato un cacchio ...
ricorda molto una famosa autostrada SA-RC ...
Ma non sarebbe meglio dare la possibilità a chi vuole fare impresa di avere meno rotture di palle?
A che servono i VC in Italia?
I veri VC italiani investono all'estero mica selezionano mocciosi che fanno APP pensando di aver scoperto l'acqua calda!
Le idee innovative nascono grazie ad Università che funzionano, centri di sperimentazione "reali" e non "incubatori" che incubano mosche ...
Le idee innovative diventano business quando non ci sono rotture di palle ... toglietevi dalla testa che se uno ha un'idea si chiude in Garage e poi diventa miliardario ...

Non credo che occorra fare chiarezza perchè la vicenda è palesemente chiara.

Discordi

  • I Non Rispondo Ma Dissento: è in assoluto la categoria più diffusa su internet. Non rispondono né commentano direttamente l'articolo, ma usano farlo in altri blog, gruppi, e via dicendo. Solitamente il tipo di critica discorde esposta è comunque pacata, e rientra dopo breve tempo. Consiglio: lasciarli sfogare, tanto passa subito. Esempi:

( Risposte non pervenute, è il mestiere della categoria )

  • I Critico e Offendo: questa categoria è onnipresente sul web, in particolare nel nostro settore. Trattasi di persone che hanno molta difficoltà ad esprimersi in maniera costruttiva, e difficilmente riescono a mettere qualche parola in fila, se tutto questo non appartiene esattamente a quello che pensano e/o amano e/o sono in accordo, perchè sentono in loro ego toccato e/o ferito oppure si sentono offesi anche se nessuno lo ha fatto. Partono perciò ad offendere il prossimo per partito preso, usando anche una gergalità che definire scurrile è solo essere gentili e cortesi con loro. Consiglio: diffidare assolutamente di loro, e tenersi costantemente a distanza di sicurezza, a meno che non si sia interessati a dargli sempre ragione. Esempi:

Chi inquina veramente l'ambiente è la gente che non ne capisce un cazzo ma deve venire a rompere le palle. Classica italianata.

Il tuo comportamento demagogico continuo è soltamente dannoso e non voglio avere nulla a che fare con questo ambiente di non-facenti che si sentono in dovere e diritto di dover criticare senza aver mai messo un euro dei propri soldi nell'ecosistema. Nella lista della task-force c'è solamente gente che sta dando la propria vita lavorativa e tutto il proprio impegno possibile per 1) fare soldi e 2) aiutare l'ecosistema italiano. Il tuo contributo oltre a essere nullo è anche dannoso.

L'articolo è strumentale ad interessi personali il cui fine (sembra) essere stata l'esclusione (da qualcosa) e sperare in strade alternative di profitto fine a se stessi. Sul Fondo dei Fondi saremo tutti vigili, grazie dell'avviso e bando alle strumentalizzazioni.
Solo il tempo ne sará giudice, farlo a priori ed in questo modo ne fa solo male (anche solo al poco di buono che puó portare, se fosse corretto quanto scritto) oltre ad essere figlio (forse) di un presupposto provinciale in stile tipicamente italico

Ancora a insistere con questa cazzata. Il FUND MATCHING funziona così in tutto il mondo: un fondo pubblico co-finanzia i VC privati.

Cazzate demagogiche.

Questo articolo è demagogico, porta avanti una polemica inutile, lontana dalla realtà ed anche dannosa.

Ah certo, non è che hai scritto una cazzata, il problema è chi commenta. Hai ragione, fatti dare ragione dalle casalinghe pensionate, quelle saranno sicuramente illuminate.

Carissimo xxxx, a me non ha dato niente nessuno. Io ho xx anni e me ne sono andato a lavorare in California ed i pochi soldi che metto da parte li INVESTO IN STARTUP ITALIANE. Soldi miei che potrei tenermi per comprare il mercedes come si fa in Italia, che invece do ad imprenditori giovani senza esperienza con idee innovative. Tu che cazzo hai fatto? E l'aurore del post che cazzo ha fatto?
Potete tornare a parlare quando avrete fatto qualche cosa.

  • I Mr. Critica Costruttiva: una categoria sempre più rara, direi quasi in via di estinzione di questi tempi. Le critiche che fanno sono sempre circostanziate e motivate, e cercano sempre di portare il discorso sicuramente verso ciò che loro pensano, ma in maniera che comunque l'interlocutore dall'altro lato dello schermo possa capire davvero quel che dicono, e quindi interagire al meglio. Consiglio: ottimi, vanno cercati ed incentivati ad intervenire, con loro la discussione è sempre e comunque costruttiva. Esempi:

In un Paese normale probabilmente neanche ne parleremmo, la responsabilità e l'etica degli attori coinvolti sarebbe il presupposto di partenza per un'iniziativa di questa portata. Da un lato più che a Passera penso questo dibattito va a toccare la lista di nomi che hai fatto, molti professionisti del settore che combattono ogni giorno a fianco degli startupper, contrariamente a quello che è accade in altri settori innovativi (vedi le rinnovabili). E poi caro Antonio i recenti episodi di cronaca non lasciano spazio a dubbi: meglio che a spendere il "fondo dei fondi" ci siano strutture già organizzate e collaudate, piuttosto che enti poco trasparenti con i loro "bandi regionali"...

Veramente vorrei sapere quanti soldi pensano di destinare a questa iniziativa e sopratutto come pensano di garantire la copertura finanziaria. É evidente che perché questa misura abbia un impatto significativo deve avere una certa massa critica altrimenti sono soldi buttati. indicare la copertura finanziaria oltre ad essere obbligatoria per legge serve anche a far capire se la misura é strutturale o meno, perché anche in questo caso é evidente che l'iniziativa non avrá efficacia se non é protratta nel tempo. Se come ovrebbe essere, i fondi sarannonrilevanti e strtturati nel tempo, bisognerá creare delle regole chiare e trasparenti per garantire le regole fondamentali che sono alla base di ogni norma: la trasparenza e la parità di opportunità. il rischio é infatti che si creino degli sbarramenti di "fatto" per accedere a questi fondi ovvero al contrario la proliferazine degli incubatori e co. Speriamo bene.

Antonio rileggiti tutto il commento, per cortesia. Poi, di cosa stiamo a parlare? Tu sai che esistono fondi che già oggi sono metà pubblici e metà privati in Italia(Sardegna ed Emilia ad esempio) e nel mondo? Hai idea di quanti soldi pubblici sono spesi in Italia ogni anno ipoteticamente per lanciare nuove aziende. Se permetti ho molta piü fiducia in persone che hanno dimostrato sul mercato il loro valore.

Iniziamo a cambiare l'Italia proprio da questi comportamenti? Sarebbe molto più utile di ogni Fondo e/o VC.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook