L’errore in rassegna
24 Settembre Set 2012 2128 24 settembre 2012

I verbi difettivi.

I verbi difettivi sono quelli che non hanno la coniugazione, perché mancano di alcune voci che non sono mai esistite o non sono mai state usate o appartengono al linguaggio poetico. Sono (i più comuni) verbi difettivi: addirsi, aggradare, constatare, divergere, esimere, fulgere, incombere, licere, lucere, prudere, solere, stridere, urgere, vertere, vigere.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook