L’errore in rassegna
26 Settembre Set 2012 2144 26 settembre 2012

Se i complementi di compagnia e unione sono avversi.

Il complemento di compagnia indica la persona o l’animale insieme con cui si compie l’azione o con cui ci si trova. Il complemento di unione indica l’essere inanimato con il quale si compie l’azione o ci si trova. Entrambi, però, a volte possono esprimere un significato di avversione (es. Lucia litiga con sua sorella; non sono d’accordo con il tuo pensiero).

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook