Babboradio
3 Ottobre Ott 2012 0959 03 ottobre 2012

Ad altezza tubo di scappamento

Oggi, portando a scuola il seienne, con il duenne di scorta, si attraversava la strada quando:

- Papà?

- Sì?

- (sospiro) Devo proprio cambiare vita!

- ?

- Eh, tutto questo smog... prima o poi mi ucciderà!

Ho sorriso e ho pensato tra me di chiamare la madre per farci due risate, quando - tentando di attraversare un passaggio pedonale in pieno Centro Storico a zona antitraffico regolata riservata cartabollata - mi sono trovato un cliché parcheggiato proprio sotto i miei occhi.

La risata mi si è spenta sulla faccia: suv, donna al telefono, motore acceso, metà anteriore sulle strisce e metà posteriore sulla ciclabile (giuro). Sono in ritardo, se no farei anche una foto. Ci sono mamme e bambini della sua classe. Se no tirerei giù la donna dal sedile, le strapperei le chiavi dal cruscotto e gliele butterei sotto la macchina. Ricordo vagamente che lì sotto c'è anche un tombino.

Così magari comincia a prendere coscienza di cos'è il mondo ad altezza tubo di scappamento.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook