The Jerk
Bollito duro
18 Ottobre Ott 2012 1121 18 ottobre 2012

E guardando la (47esima) gallery della Minetti sul Corriere.it scopro che è ancora estate

Un amico influente e provocatore, ieri sera, mi ha segnalato un articolo fotografico sulla homepage di Corriere.it dal titolo "Nicole studia da biker". Oggetto del servizio la Minettona che si esercita con una moto da enduro (meglio, per lei, potrei dire da "en-duro") per prender il patentino. Undici-foto-undici a immortalare la formosa a smanettare come una bimba sulla biciclettina, con sguardo labbruto e birillo in mano (senza malizia, ha proprio in mano il birillo per l'esame!), prima in magliettina e poi in canotta evidenziando, se mai ve ne fosse bisogno, il suo piú cristallino talento: due fantastiche tette. Detto che della notizia non ce ne poteva fottere di meno - a parte l'inconfutabile necessitá sociale di vedere un bel paio di tette - perchè pubblicare ieri - 17 ottobre 2012, autunno - uno shooting fotografico (che pare fatto su commissione) in cui le comparse abbigliate da estate denotano una notiziona vecchia, alla peggio, di un almeno un mese? La Minetti tira, si sa. Pensavo che fosse un peccato veniale che, in poco tempo, facesse scorrere la notizia - tra le zapping news - nel dimenticatoio delle inutili vacuitá. Sta cippa! Oggi, non solo Corriere.it mette la Minettona nel retropalco del teatrino, ma rilancia. La deflagrante notizia di lei che cavalca una moto (che sia questa la notizia, ossia che "cavalca" una moto?) sta sotto a un'altra vitale ed esiziale notizia con titolo in evidenza: "Minetti? ora la chiamerá Tinto Brass", facendo una paternale all'ex sindaco di Milano Albertini che, reo di aver fatto a suo tempo una foto in mutande, viene giudicato insensibile verso quel gran pezzo di gnocca politica che è la Nicole, che va protetta come un tenero panda. Non ci son dubbi, mi son detto: tra Corriere.it e la Nicole è amore puro, incondizionato. Infatti, se un soggetto balzato alla conoscenza delle masse come politico con doti "speciali", fisiche e di mediazione (nessuno dimentica il suo ruolo nelle trattative "politiche" delle notti di Arcore), terminato oggi il suo ruolo Istituzionale con le dimissioni da consigliere regionale, che dovrebbe essere consegnato all'oblio e invece resta sulla cresta dell'onda del più importante quotidiano italiano, non è perchè la sua immagine "tira". È perchè tra chi quella pagina la mette assieme, forse, v'è qualche innamorato perduto a cui la Minetti fa tirare ciò che fa tirare - inutile mentire - a un bel po' di maschi italiani. Burp Facebook: https://www.facebook.com/jerk.full Twitter: @JerkFull

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook