David Bidussa
Storia Minima
24 Ottobre Ott 2012 1029 24 ottobre 2012

il libretto rosso di Sergio Marchionne

Se Sergio Marchionne sia un tipo simpatico oppure no è un giudizio che divide probabilmente in due gli italiani, del resto già abituati a trasformare in tifoseria il confronto.
Deve essere anche per questo che qualcuno ha pensato di radunare in una sorta di abbecedario per fan, o per detrattori, le frasi più significative, (forse in maniera un po’ impropria si potrebbe dire le “massime”) dell’Amministratore delegato Fiat (si chiama ancora così quell’azienda? Chissà?). Ne è venuto fuori un libretto (Chi comanda è solo. Sergio Marchionne in parole sue, a cura di Francesco Bogliari, Rizzoli - Etas) in cui a ogni voce corrisponde una frase estrapolata da un discorso pubblico, da un’intervista o da una dichiarazione con tanto di indicazione del luogo e del giorno.
Si vede che ogni tempo ha il suo testo di verità in pillole. Dopo Mao, Marchionne. Anche nel rispetto dell'ordine alfabetico.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook