David Bidussa
Storia Minima
25 Ottobre Ott 2012 0732 25 ottobre 2012

Dire addio non è una parola

Forse non sarebbe stato male che qualcuno allestisse l’esecuzione della Sinfonia n. 45 di Franz Joseph Hadyn, oggi più nota come Sinfonia degli addii. Soprattutto, il movimento finale dove il Presto, che di solito chiude ogni sinfonia che fa da introduzione a un Adagio, inizialmente suonato da tutta l’orchestra e poi lentamente, con la progressiva scomparsa e uscita di scena di tutti gli orchestrali chiuso da due soli violini che alla fine si alzano, spengono la candela e se ne vanno.
Nelle intenzioni di Hadyn, quella sinfonia era un modo per comunicare al proprio principe , nel proprio linguaggio, in forma discreta e inequivocabile che era giunta l’ora di tornare a casa.
La cerimonia degli addii è sempre un atto impegnativo. Ma soprattutto individua e disegna un rapporto tra individui.
L’addio è un gesto che ha una doppia valenza e un doppio percorso : chi dice addio a qualcuno che rimane sorpreso, “spiazzato” da quell’atto, diciamo che lo subisce; e chi chiede e sollecita a che qualcuno si congedi, receda dal suo proposito, cambi le sue decisioni e perciò restituisca a chi lo circonda la sua libertà e, perché no, anche la sua tranquillità. Ovvero consenta con quel gesto, richiesto e atteso, che si modifichi la situazione presente.
Nel gesto di Silvio Berlusconi vorrebbero esserci tutti e due gli aspetti, ma sono solo a metà e dunque alla fine c’è solo il “coup de théâtre”

Non significa oggi sia eguale a due giorni fa. Tuttavia, resta la melma la condizione di "appicicaticcio". Manca la scena della trasmissione dello scettro, ma è mancato anche il gesto chiaro di chi, viceversa, chiedeva che si modificasse il quadro della corte e, forse, si abolisse la corte. In breve manca lo stacco, il colpo netto. Insomma una novità che si muove con le pattine.


 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook