A piedi nudi
25 Ottobre Ott 2012 1049 25 ottobre 2012

Una coltura molto semplice in balcone: l'aglio!

Sicuramente nel vostro balcone ci sono già alcuni vasi. Se avete il pollice verde...saranno già impegnati e rigogliosi di fiori e insalate. Se invece sono tristi e aspettano di essere valorizzati....ecco la risposta al problema...piantiamo l'aglio.

Come l'aglio? Sento già delle obiezioni. Certo l'aglio. Non vi piace mangiare l'aglio fresco a primavera?

Su, su la cosa è davvero semplice.

Ovviamente bisogna partire dai bulbilli. Ne avrete già in casa no? Io in genere compro l'aglio biologico che trovo facilmente in un super della mia città e non costa molto. Ricordo con terrore quando scrivevo comunicati stampa sui sequestri di aglio provenienti dalla Cina. Da allora sto molto attenta a dove l'acquisto. Ed è questo un motivo in più per coltivarseli da soli.

Togliete tutta la tunica che avvolge il bulbillo.

Con le forbici spuntate la parte più secca

Ecco l'aglio è pronto per essere piantato.

Non serve un grande contenitore...è sufficiente un vaso, purchè la terra sia abbastanza morbida.

Attenzione non va interrato molto...basta scavare un pò e appoggiarlo con la punta rivolta in alto. Con la palettina ricopritelo con un velo leggero di terra.

Per la distanza calcolate almeno 4 dita l'uno dall'altro.

Ora non rimane che innaffiare leggermente e aspettare la primavera, quando le foglie cominceranno ad ingiallire si potranno estrarre dalla terra, e a questo punto non resta altro che imparare a fare la treccia.... da appendere in cucina.

Semplice no? E' questo è il momento giusto per iniziare! Pochi minuti e l'aglio fresco per la famiglia è assicurato.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook