Voglio cambiare aria
10 Novembre Nov 2012 0924 10 novembre 2012

Nuova diffida di Enel a Greenpeace per il corto di Mimmo Calopresti “Uno al giorno"

Non piace a Enel che si usi la potenza dei mezzi di comunicazione per veicolare messaggi forti, che mettono in evidenza il rovescio della medaglia dell'energia a basso costo e senza limiti.
Sono invece OK gli spot pubblicitari che spingono al consumo senza limiti di energia "che tanto costa uguale".
Sono OK anche se tacciono del costo ambientale e per la salute che deriva dall'utilizzo di un combustibile da quattro soldi, il carbone, che garantisce profitti elevatissimi.
Quei profitti sono in realtà costi che si accolla la collettività, di cui l'ambiente è parte.

E così Enel ha nuovamente diffidato Greenpeace affinchè "proceda all'immediata rimozione del filmato", come si legge in questo comunicato dell'associazione ambientalista.
clicca per scaricare la presentazione integrale
Nel corso del Convegno che si è tenuto ieri alla Spezia, Alessandro Giannì, responsabile delle Campagne Publicitarie di Greenpeace Italia, ha illustrato i dati dei costi sociali derivanti dalla movimentazione e combustione del carbone.

E' anche stato proiettato il video oggetto della diffida a Greenpeace da parte di Enel.

Chi abita nei pressi di una centrale, e si è soffermato ad osservare le operazioni di carico e scarico del carbone, non trova eccessivo il video.
L'apertura del sacchetto di carbone e la fuoriuscita della polvere, che uccide la protagonista, è giustamente paragonata a quanto accade durante la movimentazione del carbone. Come testimoniano ad esempio questi video girati dai cittadini e che sono stati oggetto, tra le altre cose, di ben tre esposti alla Procura della Repubblica della Spezia.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, infatti, questi impianti non sono ubicati in luoghi desertici e disabitati, ma nelle immediate vicinanze di luoghi di lavoro, scuole e residenze. Proprio come nel caso di questo video.


Altri video sulla dispersione delle polveri durante la movimentazione del carbone sono disponibili anche qui http://speziapolis.blogspot.it/2012/01/domenica-fossamastra-pontile-enel-dove.html
Massima solidarietà e gratitudine dunque a Greenpeace che, grazie anche al contributo artistico e culturale di Mimmo Calopresti e dei Subsonica, ha rappresentato la realtà della movimentazione del carbone e le ragioni che consentono la competitività di Enel sui prezzi dell'Energia.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook