Egomnia
Egonews
22 Novembre Nov 2012 1922 22 novembre 2012

Ventenni d'Italia

È recente la notizia di Andrea Giarrizzo, un talentuoso ventenne informatico siciliano che, in sole 48 ore, è passato dal sogno all'incubo. Dopo aver vinto 100 mila dollari al Samsung Smart App Challenge 2012 per la sua applicazione Youtube Downloader, successivamente scaricata da più di un milione di persone, Andrea si è visto cancellare la sua App da Samsung perché "pare" abbia violato i termini legali di Youtube. Al momento sembra che perfino il premio (e quindi i soldi) sia stato cancellato. Senza dubbio un ragazzo che promette bene al panorama digitale italiano.

Poche settimane fa, invece, un'altra storia incredibile è accaduta ad un altro ragazzo ventenne, Matteo Achilli, fondatore di Egomnia, il social network italiano per trovare lavoro. Un colosso internazionale di Internet lo ha contattato per una collaborazione innovativa, mai sperimentata su un Social Network prima d'ora. Stiamo parlando di CareerJet, il motore di ricerca di annunci di lavoro disponibile in più di 90 Paesi e tradotto in 28 lingue diverse.

Il risultato? Egomnia arriva ad avere milioni di annunci di lavoro in tutto il mondo raccolti da circa 70 mila portali. Quasi 1 milione di annunci solo in Italia. Un passo in avanti notevole per la giovane Impresa fondata a marzo di quest'anno da Matteo. Lo sviluppo è stato terminato da poco e la nuova versione, con tanto di nuovi annunci, è stata già messa on-line.

Siamo abituati a sentire storie di giovani ragazzi italiani che abbandonano l'Italia per cercare fortuna all'estero, dove spesso le opportunità sono maggiori. Ecco perché quando è l'estero ad accorgersi dell'Italia ed a investire sui giovani italiani che sono restati è sempre una bella storia!

Aggiornamento del 02/12/2012: Informiamo i lettori di Egonews che in data 28/11/2012 questo articolo è uscito anche su Italians, importante blog del Corriere della Sera

Ufficio Stampa di Egomnia | Egonews Facebook Twitter

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook