Brideshead
9 Dicembre Dic 2012 0931 09 dicembre 2012

Meanwhile in Rome...

Tra i commenti che ho letto a proposito del ritorno in scena dell'impresario, mi colpisce quanto scrive l'Huffington Post:

L’altro terminale esterno è il Vaticano. Sia la Cei sia la segreteria di Stato hanno fatto filtrare il loro disappunto sulla ridiscesa in campo di Silvio Berlusconi. E per la deriva laicista che ha preso il Pdl. Sono proprio i timori di Oltretevere a ispirare le mosse dei teo-con del Pdl. Oggi si sono incontrati il vicepresidente dei senatori pidiellini Gaetano Quagliariello con Eugenia Roccella e Maurizio Sacconi. Per la prima volta hanno apertamente discusso di una uscita dal Pdl.

Cioè a loro non dispiace che un leader politico che ha fallito in tutto, tranne che nella promozione dei propri interessi, torni a candidarsi alla guida del paese. No, per il Vaticano il vero problema è che i suoi seguaci abbiano preso una "deriva laicista".

Poi si meravigliano che la gente non va in chiesa.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook