Kodeuropa
9 Dicembre Dic 2012 1810 09 dicembre 2012

Patrie piccole piccole

Anche oggi un video-post. E questa volta con il botto: Strade d'Europa è una delle più belle e poetiche canzoni della destra radicale italiana, e questa versione della Compagnia dell'Anello, con annesso video esplicativo delle parole cantate, è una chicca. Le immagini sono inequivocabili: l'Europa non solo delle Patrie, addirittura quella della delle praterie dell'Est (conquistate solo in parte da quell'Impero romano a cui tanta parte dell'immaginario radicale si richiama), quella della mistica di Stonehenge, quella dei trovatori e del massacro di Montségur (a proposito, come non richiamare, sullo stesso argomento, questa?). A dimostrazione che l'immaginario dell'estremocentroalto (direbbero gli Zetazeroalfa) non è solo rune e croci celtiche. E' anche Bobby Sands con il suo sciopero nel Blocco H di Long Kesh, e tutte le piccole patrie che ancora devono trovare un'identità politica. E quindi Catalogna, Armorica, Irlanda del Nord, ed infine l'area dell'eresia catara (o albigese). Una musica "da Compagnia dell'Anello", appunto, e ambientazioni simil-fantasy che non sfigurano con i richiami alle praterie, ai boschi e ai grandi spazi evocati.

Ancora una digressione nel Kodeuropa profondo, presto tornerò sul tema delle piccole patrie. Con un post corposo, finalmente.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook