Luciana Grosso
Bodega Bay
10 Dicembre Dic 2012 2219 10 dicembre 2012

Ucciso a 7 anni per non aver letto la Bibbia

Roderick Arrington è stato ucciso a 7 anni dalla madre e dal patrigno.
La ragione, in base a quello che ha ricostruito la polizia di Las Vegas che sta indagando sul caso, sarebbe nel fatto che il bambino avrebbee mentito al patrigno in merito ai compiti.

Il piccolo non solo non avrebbe fatto i compiti assegantigli a scuola ma, soprattutto, non aveva completato la sua lettura quotidiana della Bibbia.

La punizione, secondo come la racconta la polizia di Las Vegas, sarebbe stata esemplare e il bambino colpito con una spatola, una cintura e infine un remo di legno. A picchiarlo il patrigno Markiece Palmer, di 37 anni aiutato dalla madre del bambino, Dina Palmer, che lo ha tenuto fermo mentre il patrigno lo picchiava.

Quando il piccolo ha perso i sensi, i genitori hanno smesso di picchiarlo e hanno chiamato il loro pastore di riferimento Kenneth Hollingsworth che ha suggerito loro di portare il piccolo al pronto soccorso. Il pomeriggio successivo Roderick è morto.

I due dovranno comparire in tribunale il prossimo giovedì con l'accusa di omicidio e maltrattamenti.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook