Il Grande Satana
13 Dicembre Dic 2012 1219 13 dicembre 2012

Babbo Natale cambia bandiera: da Google a Bing

Quest'anno solo carbone per Google. Lo strumento ufficiale per seguire il viaggio della slitta di Babbo Natale, la notte del 24 dicembre, sarà infatti affidato alle mappe di Bing e al motore di Windows Azure (la piattaforma applicativa in the cloud di Microsoft). Un colpo per l'azienda di Mountain View, che, come ricordano gli amici di Geekwire, dal 2007 si era presa in appalto dal Norad questo singolare progetto.

Per chi non lo sapesse il Norad è il comando per la difesa aerospaziale del Nord America, una joint venture americano-canadese che si occupa di presidiare i cieli del continente. Missili sovietici, oggetti volanti non identificati (gli UFO), miliardari in armature ipertecnologiche... niente può sfuggire ai migliaia di occhi elettronici puntati verso la volta celeste di questa organizzazione che tante volte ha fatto la sua comparsa nei film di guerra o di fantascienza.

Ebbene, è oltre 50 anni che gli uomini in divisa del Norad, evidentemente non privi di una certa sensibilità, aiutano i più piccini a tenere vivi i propri sogni dando loro la possibilità di rintracciare Babbo Natale in giro per il mondo. Un'iniziativa nata per puro caso, secondo quello che racconta il capo delle PR, il capitano Jeff Davis: nel 1955 una catena di negozi pubblicò su una pubblicità un numero di telefono per parlare con Babbo Natale. Ma il numero era sbagliato e indovinate chi rispose ai tanti bambini che chiamarono? Niente meno che un colonnello dell'aeronautica. Il quale, però, decise di stare al gioco. Da allora ogni natale il Norad allestisce un centro operativo con il solo scopo di rintracciare Babbo Natale e, soprattutto, di rispondere alle migliaia di telefonate e mail che arrivano durante la notte.

Per seguire il viaggio delle renne volanti sarà dunque possibile collegarsi al sito "Norad tracks Santa" (anche in italiano), o scaricare le apposite app disponibili per tutte le piattaforme. Di seguito trovate il "trailer".

Che dire di più? Ok, gli americani sanno dove si trova Babbo Natale. Ora speriamo solo che non lo abbattano con un drone.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook