Il Grande Satana
14 Dicembre Dic 2012 1142 14 dicembre 2012

Ghé pensi mì

In un'intervista rilasciata alla MIT Technology Review Julie Larson-Green, l'attuale "Miss Windows" (il capo di sviluppo prodotto), ha parlato anche del suo predecessore Steven Sinofsky. Le dimissioni di quest'ultimo dalla compagnia subito dopo il lancio di Windows 8 avevano suscitato molte perplessità tra gli osservatori.

Si era scritto tanto a riguardo: del suo carattere spigoloso, degli scontri con tanti suoi colleghi, delle voci che lo davano come primo in lizza per un posto, quello di CEO, che l'attuale occupante Steve Ballmer non sembra minimamente intenzionato a mollare. Ma l'aspetto che forse di più risaltava tra gli altri era la tendenza all'accentramento dell'ex capo di Windows. Dopo aver "inglobato" la divisione Live (i servizi cloud tipo SkyDrive), si era parlato addirittura della possibilità di far passare anche Windows Phone sotto l'egida della divisione client. Una prospettiva negata dal diretto interessato in un commento su un blog.

Sia come sia, il successore dedica al suo ex capo queste parole:

Steven is an amazing leader and an amazing brain and an amazing person, but one person can’t do everything. It’s really about the team that we created and the culture that we created for innovation.

Il corsivo è aggiunto e, a mio avviso, dice tanto. E' evocativo di una persona intenta a prendere ogni tipo di decisione senza, probabilmente, fare abbastanza affidamento sulla squadra di persone che lo circondano. Un approccio di tipo messianico, un po' alla Steve Jobs.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook