Massimo Famularo
Apologia di Socrate
21 Dicembre Dic 2012 1458 21 dicembre 2012

Una voce libera che non smetterà di parlare

L'anno prossimo potrebbe esserci una voce libera in meno nel nostro paese. La trasmissione Nove in punto, la versione di Oscar farà la sua ultima puntata il 31 dicembre.
Dico "potrebbe esserci" perché in realtà sono fortemente convinto che quella voce libera continuerà a parlare e credo che i tanti, tantissimi che finora l'hanno ascoltata vorranno continuare a sentirla.

Non lo dico perché Giannino è tra i promotori del movimento Fermare il Declino al quale ho entusiasticamente aderito tra i primi firmatari nel luglio scorso e che parteciperà alle prossime elezioni con la lista Fare

Lo dico perchè non mi pare che ci siano tante voci libere nell'informazione del nostro paese (secondo la classifica di Reporter senza frontiere l'italia è al 61° posto in discesa su 179 paesi) e credo che esista un consenso pressoché unanime sul fatto che quella di Giannino è tra le più libere e più di una volta ha pagato in prima persona questa libertà.

In questa sede non mi permetto di giudicare la decisione di Radio24 di sospendere questa trasmissione di successo: se ha deciso di contrariare tanti ascoltatori come il sottoscritto, ne pagherà le conseguenze in termini di ritorno economico.

Infatti, non ho intenzione di incatenarmi sotto la sede dell'emittente per obbligarla a trasmettere quel che voglio io. Mi limiterò a esercitare il mio diritto di consumatore di non ascoltare più una radio che mi ha profondamente deluso.

Certo, se ci fosse un mercato funzionante, quando un programma di successo viene arbitrariamente interrotto, dovrebbe esserci la fila da parte delle reti concorrenti per accaparrarselo. Se ciò non avviene dovremmo tutti porci qualche domanda.

Non voglio pensare che c'è una voce libera in meno nel nostro paese, anche se la chiusura della "versione di Oscar" è sicuramente un passo in quella direzione. Per fortuna ci troviamo nel momento della storia in cui grazie al web e a canali di diffusione potentissimi come youtube o Facebook è più difficile far tacere le voci libere.

Quella voce c'è ancora e ci sarà anche dopo il 31 dicembre. Non passerà più attraverso Radio24 ma sono convinto che troverà il modo di raggiungere le tante persone che ancora desiderano sentirla.

@famularomassimo

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook