Tramonti sul nord est
31 Dicembre Dic 2012 0827 31 dicembre 2012

Muore una Pmi, e tutti zitti. Muore un giornale, ed è una tragedia

Io ieri mi sono arrabbiata.
Molto.
Non che la cosa sia nuova, non che mi stupisco, non che mi spavento, non che mi meraviglio. E non mi preoccupo.
Allora, ieri ho letto qua e la necrologi e telegrammi vari di condoglianze per la morte prematura (??) di un giornale.
No eh ... io capisco che durante le feste si esageri più del solito di alcool e uso di droghe per superare la tristezza e la malinconia dei giorni di religiosa tradizione, ma fino a questo punto no.

Perché mi sono arrabbiata?
Perché tutte le pmi che hanno chiuso in questo funesto 2012 son diventate solo un numero nelle statistiche. Perché tutte le pmi che hanno chiuso in questo schifoso 2012 non avevano rilevanza nazionale.
E per tutte le pmi che han dovuto chiudere nessuno si è degnato di spendere due parole, di versare due lacrime, di proclamare mezzo minuto di silenzio.

Quando chiude per scelta o per forza maggiore una pmi i saccenti e i sapienti pronti a dare dell'incompetente all'imprenditore. Quando chiude un giornale i saccenti e i sapienti pronti a dare la colpa al Sistema.
No cari miei, mi dispiace molto.

Un giornale è un'impresa. E fa parte dell'impresa fallire. Non è il sistema che ti fa fallire. E' stata la stessa idea di aprire quel giornare che era sbagliata in partenza. Per quanto "civilmente arretrati" (ho letto anche questo in uno dei libri che sto leggendo sul fenomeno nordest, di un tizio che qui secondo me non c'ha mai messo piede) nessuno dei miei, coi tempi che corrono, si metterebbe ad aprire un'attività in un settore morto, investendoci 750 mila €, con un prodotto che fanno ormai anche nelle parrocchie.

Forse anni fa si, ma probabilmente per far girare soldi e lavarli.
Ma non oggi. Quello che mi dispiace è veramente l'ostentazione della falsa solidarietà che ho visto ieri e il rancore, forse, che per ogni pmi chiusa nessuno abbia fatto anche solo un accenno.

Ma come sempre ci sono i morti di serie A e quelli di serie B.
Che sia chiaro, come per i dipendenti delle pmi chiuse quest'anno mi dispiace per chi in quel giornale ci lavorava e collaborava ma del fallimento di quel progetto non m'interessa niente e anzi mi hanno schifata i vari requiem di ieri.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook