Alessandra di Canossa
Doppio (s)malto
9 Gennaio Gen 2013 1750 09 gennaio 2013

Berlusconi vs Gruber: la gara a chi è più alto

Lilli Gruber vs Silvio Berlusconi.

Pensavate fosse una semplice intervista tra una giornalista e un politico? No.
Pensavate fosse il tentativo di Silvio di recuperare i punti di svantaggio nei confronti del Pd? Neanche.
Pensavate fosse l’ennesima apparizione del 76enne più famoso, famigerato, vituperato e chi più ne ha più ne metta d’Italia? Nemmeno.

Era una gara tra Titani, nel senso dei Giganti. È stata fondamentalmente una gara a chi era più alto.
Tralasciando il quantitativo sproporzionato di botox che girava per quello studio televisivo ieri sera, la vera sfida era su chi riusciva a superare l’altro… in altezza.

Lilli ci ha provato sfoderando una cofana di capelli degni della meglio Tina Turner degli anni ’80. Silvio ha risposto con la sua nuova arma segreta: dato che l’intervista era da seduti e non da in piedi, non poteva sfruttare i centimetri in più dati dai suoi ormai noti tacchi, e quindi ha fatto di meglio: il doppio cuscino sulla sedia.

Vi è mai capitato, quando avevate 5/6 anni, di mangiare a tavola e di essere troppo grandi ormai per il seggiolone e troppo nani per il tavolo dei “grandi”? Ebbene, si era soliti porre rimedio con uno o due cuscini sotto il sedere per arrivare a mangiare in modo decente senza mettere la faccia nel piatto.

Non potendo combattere contro la cofana dei capelli della Gruber per ovvi motivi tricologici, Silvio, non ha voluto sfigurare e quindi via con i cuscini!

Mi domando se anche ad Arcore, mentre cena con la Pascale, si fa mettere i cuscini sulla sedia… O forse è la fin troppo giovane Pascale sul seggiolone??? 

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook