Libertà è partecipazione
9 Gennaio Gen 2013 0858 09 gennaio 2013

ZeroPositivo: obiettivi raggiunti e nuove sfide

Quando nel giugno del 2012, insieme ad altri amici, decidemmo di dare vita a ZeroPositivo i più buoni ci guardavano come se fossimo dei pazzi, i detrattori ci consideravano come anarchici e brutti libertari.

Esattamente dopo sette mesi possiamo dire di aver fatto molto, probabilmente non siamo stati perfetti, ma sicuramente abbiamo avuto il coraggio di lasciare incarichi di partito,per gli aveva, o, per chi è alla prima esperienza, di buttarci in mare.
ZeroPositivo è un'associazione (una start-up della politica, come amiamo definirla) per dare una nuova linfa alla politica gerontocratica del nostro Paese. Ragazzi under 35, delusi dalla gestione della cosa pubblica, che hanno deciso di rimboccarsi le maniche per cercare di riformare il nostro Stato attraverso proposte e visioni di matrice liberale e laica, che mettono in discussione lo status quo.

La scorsa estate abbiamo lanciato le nostre 13 proposte per il 2013: venture capital, diritti civili, fisco, università e scuola. Punti importanti dai quali bisogna partire per rilanciare l'azione riformatrice avviata dal governo presieduto da Mario Monti. Punti che sono sinonimo di inclusione, competizione e opportunità, concetti, questi ultimi, che nessuno di noi conosce abbastanza bene, poichè in Italia non vi è una sana competizione in qualsiasi campo; non vi è opportunità per i giovani che vogliono investire nel proprio futuro; non vi è inclusione nei confronti di quegli individui che attualmente non vedono riconoscersi i propri diritti.

Meno di un mese fa sono state elette le cariche associative, con un metodo aperto e democratico, in linea con il nostro modo di intendere la partecipazione e la competizione all’interno di un soggetto com’è ZeroPositivo.

Oggi possiamo dire che uno dei nostri obiettivi più importanti è stato raggiunto: abbiamo girato l'Italia auspicando la nascita di un soggetto montiano, autenticamente riformatore e liberale, che potesse racchiudere le migliori forze del Paese. Ci siamo riusciti. Grazie alla collaborazione con altre realtà politiche, abbiamo posto le basi per far venire alla luce una valida alternativa alle offerte del Pdl e del Pd.

Adesso ci aspettano nuove sfide, probabilmente molto più dure di quelle affrontate fino ad ora, senza paura ci entreremo in campo, mettendoci in gioco. Abbiamo già cominciato: le nostre proposte per l'Agenda Monti sono già state rese note.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook