Leccaprincipi e Mamelucchi
14 Gennaio Gen 2013 1648 14 gennaio 2013

Una città-libera da difendere con i denti (e le armi)

La storia della neonata Citadel: sorgerà sulle montagne dell'Idaho e sarà una comunità per patrioti anti-stato, innamorati delle armi

Ripartire da zero. O meglio ripartire da una comunità fuori dallo Stato, senza vincoli, senza tasse, «ispirata ai principi dei padri fondatori degli Stati Uniti». Ma soprattutto pronta a difendere la propria libertà e i propri confini attraverso le armi. È il progetto Citadel, una comunità di patrioti che dovrebbe nascere sulle montagne a Nord dell'Idaho. La corsa per accaparrarsi il fazzoletto di terra sul quale costruire la propria dimora si è già aperta: ci dovrebbero abitare tra le 3.500 e le 7mila famiglie, anche se già 200 nuclei (stando al sito del progetto) si sarebbero comprati il loro posto. Case tutte uguali, giardinetto, cancelletto. Stile molto sobrio. Un classico.

In neretto, tra i principi ispiratori, si legge: marxisti, socialisti, liberali e l'establishment repubblicano sono incompatibili con la nostra ideologia e il nostro stile di vita. E ancora che l'idea di Rightful Liberty, di Thomas Jefferson (dicono di ispirarsi a questo), significa che i vicini non devono ficcarte il naso nelle faccende degli altri vicini, basandosi sul principio del vivi e lascia vivere. Per concludere (sempre in neretto): Citadel Comunity deve essere la roccaforte della libertà in America.

«Un paradiso sicuro e anche una meta per turisti». Una città modello, sempre secondo i fondatori del progetto, con due punti di riferimento: un cancello e delle mura per controllare gli accessi e garantire la sicurezza, una fabbrica di armi (questa all'esterno delle mura) per ri-garantire ancora più sicurezza. E proprio le armi sembrerebbero il cuore del progetto: sulla home del sito (guarda la foto) un banner pubblicizza una compagnia produttrice in West Virginia, la III Arms. «Comprati un'arma, prima che sia troppo tardi», si legge.

III Arms. L'idea della città fortificata ruota attorno a una fabbrica di armi, che dovrebbe fornire sicurezza e lavoro ai nuovi cittadini. Per ora propone due modelli per «proteggere la propria vita e libertà». Un mitra da Rambo e una pistola. Entrambi personalizzabili con scritte, teschi, frasi, immagini di John Parker, capitano durante la prima battaglia contro gli inglesi a Lexington, durante la Rivoluzione americana. E ancora: «Sono le uniche armi disegnate da patrioti, per patrioti con il solo scopo di difendere la libertà». Per chiudere in bellezza sul blog: anche se la legge sul controllo delle armi potrebbe rallentare il nostro percorso, noi continueremo il cammino per creare un Paradiso sicuro.

I dubbi sulle "teste" del progetto. Molti blog di patrioti e survivor-armati hanno avanzato dubbi sul progetto, che potrebbe essere guidato da Christian Hyman, aka Sam Kerodin, finto consulente per la sicurezza, arrestato per estorsione.

Il progetto dovrebbe partire ufficialmente la prossima primavera. Ed è già possibile sul sito calcolare i costi e scelgliere la posizione delle propria casa.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook