Massimo Sorci
Attentialcane
16 Gennaio Gen 2013 2218 16 gennaio 2013

Per me la D’Amico ha fatto una figuraccia. O forse è troppo bravo Berlusconi

C'è stato un grande applauso nei socialcosi e sul web-united per la Ilaria D'Amico che ha affrontato Silvio Berlusconi con il giusto piglio, mettendolo sostanzialmente a tacere nel corso della sua trasmissione su SKY. Molti hanno fatto rilevare che così va fatto, il giornalismo. Schiena dritta, zero paura e nessuna accondiscendenza. E Santoro impari.

Ora, sapete cosa pensi di Santoro. Tuttavia ritengo che Ilaria D'Amico, al pari di Santoro e di Travaglio, abbia fatto una pessima figura. Era troppo agguerrita, troppo pitipin, non lo faceva parlare, le domande erano troppo lunghe. Berlusconi sorrideva sornione e lei più che la giornalista cazzuta, ha fatto la figura della viperella stridula a cui poco importava delle risposte, ma soltanto della sua immagine da cane da guardia.

Riconosco che non è facile consurre le interviste. Soprattutto a Berlusconi. Forse perché è tanto bravo davanti alla telecamera da risultare semplicemente inintervistabile. Però spacciare gli schiamazzi ben documentati per domande è un'offesa alla professione. E solo il conformismo che – a volte – si impadronisce del web può tributare a questa pratica un generalizzato e pecoresco consenso.

Il finale poi è stato emblematico. Lei annuncia un sondaggio su Berlusconi. Lui osserva che sarà un sondaggio finto perché fatto tra chi ha “i soldini per permettersi un abbonamento SKY”. Lei ribatte: “quindi favorevoli a lei”. Senza rendersi conto – la D'Amico – che Berlusconi l'ha usata per parlare al suo elettorato vero. Che non sono certo gli stronzetti che seguono la politica su SKY.

www.attentialcane.org





 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook