Talentosprecato
NewsBandite
8 Febbraio Feb 2013 2014 08 febbraio 2013

200 dollari per stare lontana da facebook

200 dollari versati in due comode rate. È la somma concordata per una fuga speciale, quella da facebook, tra Paul Baier, consulente di Boston, e la figlia quattordicenne. L'accordo tra i due è stato formalmente siglato da un contratto pubblicato da Paul sul suo blog

Consegnate le chiavi d'accesso al padre, la ragazzina ha disattivato l'account il 4 febbraio scorso e non potrà riaccedervi fino al 26 giugno. 5 mesi lontano da casa Zuckerberg in cambio una discreta somma di denaro che potrà spendere offline. Paul, consulente e ricercatore per la Groom Energy Solutions, ha raccontato ai giornali che che l'idea è stata della figlia. Non riuscendo a trovare un lavoretto come babysitter, l'adolescente ha pensato ad una via alternativa per guadagnare un po' di soldi. Trovando facebook non del tutto stimolante, ha fatto la sua singolare offerta al babbo che ha accettato volentieri.

La storia ha rapidamente fatto il giro della rete e forse è questa la vera notizia. Secondo voi perché?

Saremmo capaci, noi, di staccarci dal social media che frequentiamo di più per farci pagare una boccata d'aria fuori? Cosa ci guadagneremmo realmente? E cosa, invece, potremmo rischiare di perdere di vista?

E la ragazzina? Manterrà la sua promessa o cadrà in tentazione iscrivendosi con un account fake? Come vi comportereste voi se vi arrivasse da una figlia adolescente una proposta del genere?

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook