Cristina Coglitore
La creatività in carcere
8 Febbraio Feb 2013 1055 08 febbraio 2013

I detenuti friulani scelgono i corsi di formazione

Un referendum svolto a ottobre scorso in Friuli Venezia Giulia ha permesso ai carcerati di scegliere i progetti formativi per il 2013 utilizzando 1,3 milioni di € del Fondo sociale europeo.
Trieste ha premiato corsi per panettieri, falegnami, tecnica di ripresa audio e video, mosaico, sartoria e restauro di tappeti; Udine per operai edili e pulizia e sanificazione, legatoria, arredo verde d’interni; Tolmezzo, edilizia, cucina e ortofloricoltura, agricoltura biologica; Gorizia, solo tecniche di pulizia e sanificazione.
È cambiata poi la modalità di ripartizione. Prima, enti e associazioni presentavano i progetti alla Regione che ripartiva i fondi; ora invece la Regione indirizza la scelta agli ambiti sociali del territorio, capofila i Comuni.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook