Nel mirino
11 Febbraio Feb 2013 1718 11 febbraio 2013

CNN: un'analisi troppo superficiale

I honestly think CNN should know better than this.

Yesterday I read - what in my opinion was - the most superficial analysis on their website, in which they compare war and fashion pictures taken by the same photojournalist, and - wow - they have a similar composition!!! I think this kind of observations are as naive as they are dangerous in a world such as ours, where things are losing their real meaning and importance in a mud where the real messagge is more and more the medium and not the content itself.

The pictures of the photojournalists in the article are of course stunning but that's not the point: the article is depthless, a gimmick. Every photographer has an eye, an aesthetic which will be clearly evident whatever is their chosen subject: it's called style. Comparing war and fashion is like talking about the medìum and erasing the content.

I'm surprised by the wide consent this article has received: could it be that everybody is intimidated by the prestige of the CNN and is reluctant to express his own opinion?

TESTO ITALIANO

Ieri il sito della CNN ha pubblicato uno degli articoli a mio parere più superficiali che abbia mai letto in cui venivano confrontate la guerra e la moda attraverso gli scatti di alcuni grandissimi fotoreporter: magicamente questa intelligentissima analisi ha portato a trovare delle similitudini nella composizione delle immagini, i tagli, i soggetti... Evidentemente alla CNN si sono accorti solo ieri che ogni fotografo vede sempre il mondo attraverso il proprio "occhio fotografico": si chiama molto semplicemente stile, e rimane evidente qualsiasi cosa decida di fotografare.

Mi chiedo davvero come sia possibile un paragone del genere e come possa la CNN produrre un articolo simile, sviante e pericoloso in un mondo dell'informazione già sufficientemente confuso in cui il messaggio si riduce sempre più al medium e i contenuti perdono il loro valore.

Le immagini dei reporter sono ovviamente incredibili, ma non è questo il punto, l'idea da cui parte l'articolista per andare a paragonare i due generi fotografici è di una tale superficialità che preferisco pensare sia un semplice espediente per avere tanti click.

Mi chiedo perchè cosi tanti like per questo articolo? Tutti intimiditi da nomi come CNN e incapaci di formulare una propria opinione, magari anche critica?

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook