La schiena di Gino
11 Febbraio Feb 2013 1515 11 febbraio 2013

"Tam pater nemo": Benedetto XVI e l'educazione dell'uomo

Che cosa insegna il gesto del Papa a credenti e non credenti?

Al di là del dolore o dello sgomento, la rinuncia del Santo Padre Benedetto XVI al ministero petrino è un atto estremo di paternità e di santità, che invita tutti i credenti alla conversione.

Al tempo stesso, mostra ai non credenti l'estrema libertà e l'ineffabile ragionevolezza di un uomo che ha insegnato - e continuerà ancora a insegnare - molto al mondo moderno, sfidandolo nella quotidianità dell'esperienza a un uso non ridotto della ragione.

Oltre che una testimonianza di umiltà e di fede, la scelta di Ratzinger è un gesto che sintetizza l'enorme portata 'educativa' del suo pontificato. Ciò che più sta a cuore al Papa è l'«educazione» dell'uomo (sia esso credente o non credente).

Tam pater nemo: Grazie Santità!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook