I gessetti di Sylos
19 Febbraio Feb 2013 2057 19 febbraio 2013

Perché si continua a non rispondere a Grillo?

In un frammento di un Tg ho ascoltato Grillo dire in un comizio: " ... è un sogno che stiamo condividendo, ... vado in giro con un camper che mi è stato prestato. Viene gente che mi porta salami, torte ... Io poi vado dal distributore, dò i salami e in cambio ho 50 litri di carburante ...". Siamo ormai alla predica vera e propria, all'evocazione della fratellanza universale, per giungere alla quale il primo passo è il ritorno al baratto. E' l'eco di alcune affermazioni delle teorie della cosiddetta "decrescita", un pastone pseudoscientifico che affascina tanto le persone semplici, ma che molto probabilmente gli stessi autori sanno che si tratta di meri slogan che non si potranno mai realizzare veramente. Come si fa a immaginare ancora il baratto nel ventunesimo secolo con il numero degli scambi che è diventato incalcolabile. Si dirà: proprio per questo predichiamo la decrescita del Pil. Ma come si fa diminuire il Pil e godere ancora dei servizi che si godono oggi? I teorici e i seguaci della "decrescita" ragionano come se il Pil potesse diminuire, e contemporaneamente le cose basilari di cui si gode restare le stesse. Chi paga gli ospedali, il medico di base, il pediatra per i nostri bambini, ecc. ecc.? Chi finanzia la ricerca farmaceutica, le pensioni, le scuole? Ognuno porta una torta o un salame al pediatra, al medico, al ricercatore farmaceutico, all'insegnante, all'Inps, al proprietario o al costruttore degli edifici dove quei servizi sono prestati, ecc. ecc.? E costoro possono vivere solo di torte e di salame? Non nascondo che provo un certo imbarazzo a parlare di cose così ovvie e banali ma, visto il successo che hanno, quelle pseudo teorie devono aver un certo seguito presso i nostri concittadini. Ma la cosa ancora più raccapricciante è che nessuno dei politici in gara azzarda una risposta argomentata a queste stupidaggini di Grillo, come alle sparate sull'euro. Questo, a mio avviso, è segno indiscutibile della debolezza dei nostri politici (tutti, Monti compreso) i quali temono di non essere convincenti neanche dicendo cose ovvie, e allora lasciano che il movimento di Grillo continui a crescere continuamente.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook