Cristina Coglitore
La creatività in carcere
21 Febbraio Feb 2013 0850 21 febbraio 2013

Nel 2012 calano i detenuti al lavoro

E’ diminuito il numero dei detenuti che lavorano e il budget disponibile sia per il lavoro alle dipendenze degli istituti penitenziari sia quello svolto fuori normato dalla legge 193 del 2000, la Smuraglia. Questi i dati della relazione del ministro della Giustizia, Paola Severino, alla Camera
I detenuti che lavorano erano 13.278 al 30 giugno 2012, pari al 19,96%, contro i 14.116 a giugno 2010 e 13.765 al 30 giugno 2011. Il calo è dovuto alla riduzione dei finanziamenti passati da 71,4 milioni nel 2006 a 49 milioni e 664 mila euro nel 2012.
Il budget ridotto ha quindi inciso negativamente sulla qualità della vita all’interno degli istituti, soprattutto in quanto a igiene e sicurezza.
I detenuti al lavoro indoor sono 9.950 al 30 giugno 2012; erano 10.645 nel giugno 2010 e 10.324 al giugno 2011. La dote della legge Smuraglia aveva incrementato i detenuti assunti all’esterno passando dai 644 del 2003 ai 1342 del 2010, 2257 nel 2011 e 2299 al 30 giugno 2012.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook