L’Altro Cinema
23 Febbraio Feb 2013 1744 23 febbraio 2013

Girlfriend in a Coma, il documentario contro l’astensionismo alla vigilia delle elezioni

Non avete ancora deciso se votare o meno? Un consiglio pre-elezioni: scaricate a questo indirizzo Girlfriend in a Coma, l'imperdibile documentario diretto da Annalisa Piras con la simpatica partecipazione dell'ex direttore dell'Economist Bill Emmott. Al prezzo di 3.90 euro ne vale la pena, credetemi. Un film che parla di Mala Italia e di Buona Italia, con interviste a illustri rappresentanti della nostra scena politica, culturale e imprenditoriale: da Roberto Saviano a Nanni Moretti, da Umberto Eco a Giuliano Amato, da Sergio Marchionne a Mario Monti, da Beppe Grillo a Elsa Fornero, da Toni Servillo a Susanna Camusso.

Un viaggio appassionato di uno straniero, Bill Emmott, innamorato di un'Italia che ormai considera come una bella fidanzata in coma a causa della corruzione, della malapolitica e della criminalità organizzata che l'hanno costretta su un lettino di ospedale. A far da sfondo ci sono le belle e tristi animazioni che impreziosiscono il film, i versi eterni della Divina Commedia di Dante, insieme alle istantanee da cartolina del Bel Paese con i suoi monumenti patrimonio dell'umanità al fianco degli inferni in terra dove si muore di lavoro, come all'Ilva di Taranto.

Un grido di speranza e di ottimismo, senza nascondere i vizi e i peccati originali che ci hanno condotto nel mezzo di una crisi non solo economica, ma anche di valori, che ci traghetterà verso un futuro migliore o verso un destino ancor più infernale. Tutto dipenderà da noi, dalle idee e dall'impegno che impiegheremo nel partecipare o meno alla ricostruzione dalle macerie della nostra Bella Italia. Buon voto a tutti!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook