Cavoletti di Bruxelles
23 Febbraio Feb 2013 1308 23 febbraio 2013

Un motore di ricerca europeo per migliorare lo studio dei tumori

L'Unione europea ha finanziato una rete virtuale di biobanche appartenenti a diverse paesi europei con l’obiettivo di facilitare lo scambio di dati tra medici e ricercatori e accelerare la diagnosi di tumori, soprattutto quelli più rari e difficili da diagnosticare.

In particolare, l’obiettivo di Biopool sarà quello di raccogliere e analizzare, attraverso la rete virtuale, le immagini del tessuto istologico e le relative informazioni cliniche gestite dalle biobanche aderenti al progetto.

Biopool intende costruire una rete che colleghi le immagini digitali istologiche e le relative informazioni gestite dalle biobanche.

L'utilizzo di tale fonte interconnessa di dati ha grandi potenzialità per la ricerca medica, la diagnosi e le attività educative. Biopool rafforzerà la ricerca patologia riducendo i tempi di diagnosi e dei relativi costi.

Il progetto è co-finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del 7° Programma Quadro di Ricerca. Il consorzio comprende l'esperienza di sette partner provenienti da quattro paesi europei.

Anche al di fuori dell’Europa é stato manifestato interesse per il progetto e si spera di estendere la rete per migliorare il confronto e sviluppare la ricerca.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook