Bestie e Sovrani
6 Marzo Mar 2013 2255 06 marzo 2013

Globalizzare la filosofia: un'intervista a Tiziana Andina

Che cosa significa oggi fare filosofia? A questa domanda cerca di rispondere, con gli strumenti della ricerca filosofica contemporanea, una articolata e agevole antologia curata da Tiziana Andina - docente di Filosofia Teoretica presso l'Università degli studi di Torino. Il volume Filosofia Contemporanea: uno sguardo globale (Carocci, 2013) è un'ottima occasione per ragionare sul lavoro filosofico oggi: di seguito qualche domanda alla sua curatrice.

1) Come è nata l'idea di pubblicare questo libro? Che tipo di scelte hai dovuto fare per organizzare il volume, e come mai questo spazio ai giovani filosofi?

Il libro è frutto di una felice collaborazione con l'editor di filosofia della Carocci, Gianluca Mori. Gianluca mi ha parlato della idea di avere tra i titoli un volume dedicato alla filosofia contemporanea. Il problema era come farlo, che taglio dargli. Ci ho pensato un po' su, volevo che fosse un libro che facesse essenzialmente tre cose. Esprimesse l'eccellenza del lavoro che è fatto oggi dai filosofi italiani; comunicasse la filosofia, e le questioni di cui la filosofia si occupa, anche ai lettori non specialisti. Infine volevo che fosse un libro capace di esprimere le qualità intellettuali di una generazione. Come paese, in questo momento, abbiamo un grandissimo bisogno che le persone capaci, trovino il modo di esprimersi, di fare semplicemente ciò che sanno fare. E, facendo questo, rendano di nuovo saldo il legame tra le generazioni. E' l'unico antidoto per trasformare la rabbia che scuote la mia generazione e quelle più giovani della mia; è l'unico modo che abbiamo per trasformare quella rabbia in futuro per noi e per il nostro bellissimo paese.


2) La filosofia è ancora capace di ritagliarsi uno spazio "tutto suo" nella ricerca contemporanea? Quali sono le cose che fanno i filosofi che non possono fare i non filosofi?

Certamente sì. Basta leggere la filosofia pensata e scritta oggi per capire quanto questo è vero. Esistono fasi della storia in cui la realtà si ingarbuglia in modo particolare. Ci troviamo esattamente in uno di quei grovigli e non sarà semplice trovare il bandolo. L'analisi concettuale e critica, così come la costruzione paziente di orizzonti di senso è il compito principale del pensiero filosofico. La filosofia, insieme ad altre discipline, aiuta in modo decisivo a compiere questa operazione. In una parola, aiuta a diventare persone e a costruire società capaci di immaginare il futuro e di orientarlo.

3) Domanda banale, ma che ritorna sempre in questi casi. Con questo libro siete riusciti a dare un'idea della filosofia contemporanea ma chi è, ovvero che caratteristiche ha, un filosofo contemporaneo? E chi speri legga questo libro?

Spero lo leggano i lettori più diversi, ma prima di tutti gli studenti, anche quelli delle scuole superiori, perché è lì che si formano davvero le persone e perché è da loro che si deve partire per ricostruire questo paese terremotato. Gli autori del libro sono molti e tutti con profili intellettuali differenti. Non sono certa esista un filosofo tipo. Io ho scelto persone competenti, capaci e generose. E' venuta fuori un'ottima squadra e quando si costruiscono ottime squadre, in genere, si portano a casa ottimi risultati. Lascio giudicare ovviamente il lettore, intanto noi stiamo lavorando all'edizione inglese perché la nostra visione della filosofia contemporanea vada oltre l'Italia.

Filosofia Contemporanea: uno sguardo globale (Carocci, 2013) - prezzo € 29,00

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook