Cristina Coglitore
La creatività in carcere
6 Marzo Mar 2013 1300 06 marzo 2013

La falegnameria del carcere di Nuoro rischia di chiudere

La falegnameria all’interno della Casa di Reclusione di Nuoro e di Mamone è stata realizzata grazie al contributo della regione Sardegna e gestita da un artigiano retributo con un finanziamento della Camera di Commercio.
Oggi però i tagli operati ovunque impediscono di assumere la persona che poi faccia lavorare i 5 detenuti ammessi alle misure alternative al carcere. Giovani in Cammino Onlus è l’associazione di riferimento.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook