Giovani europei
19 Marzo Mar 2013 0125 19 marzo 2013

Il francescano Grillo ha totalmente ragione. Punto e basta.

Alcuni lettori avranno gioito nel leggere il titolo: ha ragione grillo. Punto.
L’idolatria di cui gode l’uomo che vale +1 (lo chiamerò così d'ora in avanti) tra i suoi proseliti, supera persino quella del santo padre. Il primo comandamento viene rispettato più dai simpatizzanti cinque stelle che dai cattolici praticanti. D’altronde Casaleggio (il profeta) ha detto chiaramente che il suo socio è paragonabile agli apostoli, poiché, +1, utilizzerebbe lo stesso metodo virale per diffondere la buona novella digitale, nel tentativo di evitare l’imminente apocalisse.

Dopo aver fondato il movimento il giorno dedicato a Francesco (il santo non il Pontefice) +1 dichiara che, come i francescani si definivano i pazzi di Dio, I ragazzi del M5S a Woodstock a Cesena nel 2010, si auto definirono i "pazzi della democrazia”. Tra parentesi, come si può vedere nel video, nessuno dei ragazzi dice nulla di tutto questo, ma è lui stesso a dichiararlo. Anzi, lo spiega pure.

Ma come tutti gli esegeti bibblici sanno, ogni buon santo deve superare la prova delle prove: La passione. Purtroppo per lui, quel di', il gallo ha cantato 13 volte.

Il giorno in cui si è votato per la seconda carica dello stato, la follia democratica ha ombrato il cuore di alcuni francescani a 5 stelle. Ed eccolo lì, il diavolo, pronto a tentare i poveri martiri con il peccato più grave: la coscienza.Vacciano ( come altri), povero uomo, ha seguito il suo giudizio. Egli, forse molto più coraggioso dei suoi colleghi, dichiara con profonda umiltà:

"A volte seguire la propria coscienza porta a delle scelte ed io, liberamente, ho deciso di farne una. (…) Quello che sto scrivendo non mi è stato imposto da NESSUNO, tanto meno da Beppe Grillo che ho sempre stimato, ma che come ogni cittadino, nella mia ottica conta sempre uno. Anche in questo, devo rispondere alla mia coscienza, come ho fatto nell'urna"

Già, conta sempre uno. Ma il +1 non è d’accordo. Vacciano non ha seguito la sua coscienza, ma è caduto in una trappola. Non gli viene neppure concessa la libertà di scelta. Vacciano si è fatto fregare, perché, magari, è ingenuo, manipolabile. Non ha scelta da sé, ma è stato fregato!
Il pdmenoelle (che poi è pure sbagliato, poiché dovrebbe essere PDL meno L o al massimo PD senza L), ha infettato il cuore dei folli con un “forte raffreddore”. Ma fortunatamente, come i Vangeli ci dicono, bisogna perdonare il prossimo.


E qui arriviamo al nocciolo della questione: Perché Grillo ha ragione?
Effettivamente c’è una trappola. O meglio, molti SONO in trappola. Intrappolati in un’ideologia confusa e velleitaria. Una generazione frenata dall’ennesimo egoismo padronale che impedisce loro di essere responsabili. Il profeta vuole sostituire il Parlamento con la democrazia partecipata e libera. L’incipit non è dei migliori.
Il +1 afferma di aver dato una possibilità a questi ragazzi. E’ parzialmente vero e gliene va dato atto. Ma non gli ha concesso la possibilità di sbagliare. Li ha schiacciati con la sua ingombrante presenza, non rendendoli padroni di se stessi. Ha voluto bruciare le tappe; una rivoluzione all’italiana. Ha Sprecato i talenti più belli, le ragioni più nobili, i principi più giusti, per paura di mettersi da parte.
E’ lo stesso problema che ha decimato il Pd. L’egoismo dei più anziani ha prosciugato una generazione intera.

Dopo le nomine ponte del bravissimo Blogger Messora, e di Martinelli, il controllo sarà più diretto. Grillo entrerà nella sala, e comunicherà tramite i due cosa è meglio dire e come bisogna dirlo. Ancora una volta Grillo attingerà dalla Chiesa: libererà i corvi.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook