Cristina Coglitore
La creatività in carcere
15 Aprile Apr 2013 1259 15 aprile 2013

In mostra il recupero di apparecchi elettrici

Fino al 22 aprile, a Bologna, RAEE in Carcere mette in mostra nella Sala Polivalente della Regione Emilia-Romagna, in viale Aldo Moro 50, il prodotto dei laboratori realizzati negli istituti di detenzione di Bologna, Ferrara e Forlì recuperando i rifiuti da apparecchiature elettriche e elettroniche (RAEE, vecchi elettrodomestici e parti elettroniche ormai inservibili) che diventano manufatti creativi sculture, oggetti d’arredo e monili.
Raee nasce nel 2005 per promuovere l’inclusione di persone svantaggiate in esecuzione penale o reduci dal carcere e favorire in loro reinserimento nel mercato del lavoro e nella legalità: in tre anni sono 17 le persone assunte, 50 quelle coinvolte nel progetto, 1.900 le tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici recuperati.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook