Belfagor
21 Aprile Apr 2013 0638 21 aprile 2013

Il grande scoramento popolare

Gli abbiamo detto: Rodota'. Ci hanno pensato un po' su e hanno detto Che ne dite di Marini? Allora noi gli abbiamo detto Rodota' e loro ci hanno detto Abbiamo capito! Amato? D'Alema? Ma no abbiamo ripetuto, Rodota'. Ci siamo, hanno detto, soluzione trovata, Prodi. E noi abbiamo gridato, Rodota'! Ci è chiaro, hanno infine detto, Napolitano. Allora noi abbiamo detto...

Franco Bungaro

[Napolitano] Verrà sicuramente rieletto. Resto dell'idea che del rumore che proveniva dall'esterno, a partire dalle elezioni in avanti, non si potesse non tener conto. E invece ancora spediti per la propria strada. In tre giorni prima col Pdl, poi no, ora nuovamente sì. Quasi due mesi di stallo per rimettersi nelle mani di un quasi novantenne (che ha imposto Monti portando di fatto al pareggio elettorale) dal quale si è andati col cappello in mano per implorarlo al bis. Un bell'Amato magari premier vent'anni dopo per dare un'altra spolveratina alle pensioni. Forse con la Sinistra che piacerebbe a me non si vincerà mai, ma con questa le vittorie assomigliano tantissimo, sinistramente per l'appunto, a delle sconfitte.

Simone Lorenzati

Per una nuova Italia, scegli Napolitano, il nonno della Repubblica!

Claudio Vercelli

Sinistra senza padri: ecco perché è venuto fuori il nonno

Il Pd non ha proprietari, non c'è un Re nel Pd. Però ci sono i vassalli l'un contro l'altro armati. È una fortuna non avere un Re ma è un terribile guaio esser dominati da vassalli e valvassori. Questo è il problema che dev'essere risolto. (Eugenio Scalfari)

NB Sarebbe stato più semplice dire che al Pd manca un leader.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook