Fra antilopi e giaguari
24 Aprile Apr 2013 1517 24 aprile 2013

Amato. E la pillola va giù.

«Come presidente iterstellare stavamo pensando a Giuliano Amato».

Noooh, maddeché, c'ha la pensione d'oro, quello stava con Craxi, che merda, no, uffa, Amato vecchio, schifo, gli puzza il fiato, kastarolo, Amato no, uffa, che cojoni Amato, amato da chi poi, puzzone, con quegli occhialini poi, sembra Splinder.

«Ehm... ok. Allora Mugabe!»

Bhè meglio di Amato dai, sì meglio di Amato, almeno è nero, che poi viene dall'Africa, sì terzomondista, in fondo è una brava persona, ma sì, pensa se ci toccava Amato, con la pensine d'oro poi, se c'ha l'embrago internazionale vuol dire che è scomodo, viva Mugabe, viva Mugabe.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook