Gaetano Farina
Leggere il mondo
14 Maggio Mag 2013 2010 14 maggio 2013

Diventare scrittori al Salone del Libro

Uno degli eventi più interessanti del Salone del Libro che si apre giovedì è sicuramente la presentazione della terza edizione del “Premio In Primis” (www.in-primis.it) per la narrativa in lingua italiana. Nel 2010, la Banca di Credito Cooperativo di Cherasco ha deciso di creare, infatti, un concorso nazionale al fine di dare spazio e promuovere scrittori esordienti talentuosi (dai 18 ai 45 anni) non necessariamente residente in Piemonte. E poiché l’obiettivo è quello di “imporsi nel panorama italiano come un appuntamento culturale per la creatività giovanile”, allo stand P09 - padiglione 3 del Salone è già stato allestito il box promozionale della terza edizione del premio (prevista per il 2014) in modo da attirare, prima di tutto, nuovi aspiranti scrittori e concorrenti.
Ai visitatori verrà data la possibilità, ovviamente gratuita, di consultare gli editor della SEI Editrice (seieditrice.com), partner “tecnico” del progetto, per qualsiasi dubbio e curiosità sulla scrittura e su come realizzare il sogno di diventare uno scrittore. La SEI ha, infatti, pubblicato l’opera vincitrice della seconda edizione del premio, “Rosa Malcontenta” che verrà ripresentata, in questi cinque giorni di Salone, assieme al suo autore Aldo Dalla Vecchia, forte di un’esperienza ventennale in campo televisivo. Una storia di famiglia e, quindi, di tutti quei sconvolgimenti piccoli e grandi che traumaticamente incombono su ogni gesto di quotidiana consuetudine.

Suggestiva anche l’idea di realizzare, all’interno dello stesso box, un esperimento che può essere definito di “social writing”. E’ già stato sistemato, infatti, un grande libro bianco su cui chiunque potrà dare il proprio contributo alla realizzazione di un “romanzo collettivo”.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook