In principio è cinema
17 Maggio Mag 2013 1541 17 maggio 2013

Chiusa con successo la Festa del Cinema: tutto oro?

Festa finita, tutti contenti? I risultati ufficiali della Festa del Cinema sono positivi, e commentati come entusiastici dagli organizzatori.

Ieri, ultimo giorno della manifestazione, il pubblico al cinema è aumentato del 114% rispetto a giovedì della scorsa settimana, che era stato il giorno di apertura dell'evento. Rispetto all’omologo giovedì dell’anno scorso, i biglietti venduti, secondo i dati Cinetel, sono aumentati del 190,7%.

Ma anche analizzando l'arco degli otto giorni "scontati" i numeri sono buoni: le presenze, rispetto al periodo dal 2 al 9 maggio, sono aumentate del 66%, passando da 1,351 milioni a 2,242 milioni. Gli incassi sono diminuiti solo del 9,7%. Bene il confronto anche rispetto all’omologo periodo del 2012: i biglietti venduti sono aumentati del 48%.

Bene così, quindi: incassi ribassati, ma di poco. E tanta gente in più che è andata in sala, e sappiamo come solo andando al cinema si possa capire (specie per i più giovani) cosa cambi tra la visione privata, magari al pc o al tablet, e la visione condivisa davanti a un grande schermo. Biglietti a prezzi così bassi (come anche per i classici del libro, scene viste al Salone di Torino 2013) incentivano a uscire, c'è poco da dire, anche se ovviamente gli esercenti non possono sostenere una tale situazione a lungo.

Il boom dell'ultimo giorno era prevedibile: nel corso della prima settimana di Festa i titoli in sala erano francamente molto minori, se non pessimi, e quindi l'uscita de "Il grande Gatsby" - per di più in 3D - ha rivitalizzato ancor di più il già buon andamento. Peccato che il distributore del film abbia imposto alle sale che lo proiettavano una maggiorazione del biglietto! Diamo il giusto merito a quelle sale in cui la differenza di prezzo non è stata applicata, a discapito (ancora una volta) dei singoli esercenti.

Ce ne vorrebbe un'altra di Festa del Cinema, magari pensata per i mesi estivi: noi italiani non siamo molto abituati ad andare al cinema tra giugno e agosto, magari un prezzo basso potrebbe aiutarci a iniziare e prendere il vizio...

A seguire, per chiudere, alcuni commenti da parte di chi la Festa l'ha organizzata.

Lionello Cerri, presidente dell’Anec, associazione nazionale esercenti cinema, ha dichiarato: “Questa Festa è stata un crescendo. Abbiamo iniziato il primo giorno con un incremento di presenze del 40%, rispetto al giovedì precedente, e concluso ieri con un +114%. Evidentemente ha funzionato il passaparola, ma anche l’impegno degli esercenti che hanno promosso la manifestazione, organizzando molte iniziative per coinvolgere il pubblico, a conferma dell’importante ruolo delle sale come luogo di incontro e di socializzazione”.

“L’aumento considerevole delle presenze in questa Festa del Cinema è un segnale importante – ha dichiarato il presidente dell’ANICA, Riccardo Tozzi – perché sta a significare che il pubblico del cinema può diventare molto più ampio, se stimolato con le giuste leve. Incoraggiante anche il comportamento, durante la Festa, dei film italiani, che quest’estate saranno presenti sugli schermi con titoli importanti”.

“La Festa è stata un successo – dice Carlo Bernaschi, presidente dell’ANEM, associazione nazionale esercenti multiplex - e questo risultato ci convince ulteriormente dell’opportunità di ripeterla nuovamente, già nel corso di quest’anno. Il periodo in cui riproporla dovrebbe essere novembre, a stagione già avviata e con uscite di film forti, così da promuovere con ancora più efficacia il cinema in sala”.

“Ragioneremo sui dati di questa Festa per migliorare l’offerta di cinema durante tutto l’anno – ha osservato Richard Borg, presidente dei distributori dell’ANICA, pienamente soddisfatto dai risultati della FESTA DEL CINEMA. “La Festa ci ha dato anche la possibilità di capire meglio quali sono i veri desideri del pubblico e rifletteremo approfonditamente su come andarvi incontro”.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook