Alessandro Sannini
La nota
26 Maggio Mag 2013 0346 26 maggio 2013

Street Food Heroes : "Il cibo di qualità on the road "

Valentina Gardani e Lovely con Street Food Heroes un esempio di perfetto di Branded Content con Ceres alla ricerca dell'eccellenza del cibo di strada Italiano. In onda stasera su Italia 2 ore 22.15.

Solitamente scrivo di Economia ,di Borsa , di Minibond e di aziende. Ma ho sempre grande attenzione per i fenomeni, per i media e sopratutto per le start-up specialmente per quelle innovative. In questo caso parlo di Valentina Gardani , occhi azzurri , giovanissima con grande passione per il cinema e grandi capacità di comunicazione con la sua neonata casa di produzione Lovely realizza "Street Food Heroes" , in onda da stasera su Italia 2 alle 22.15. Realizza , forse uno dei primi di branded content italiani. Nel nostro paese , crisi a parte , abbiamo una tradizione culinaria di elevata qualità che si riporta anche nel cibo da strada. Tre espertissimi che girano per l'Italia per eleggere il miglior cuoco di strada italiano. Mauro è un insider nella gastronomia italiana, Laurel Texana da sette generazioni, una vera american foodblogger. Si informa sui social, e poi pensa con la sua testa. Francesco Sembra il bassista di un gruppo indie-rock, ma non fatevi ingannare: è uno chef… veramente mostruoso. Una sfida a colpi di cibo da strada per eleggere il migliore. In ogni puntata i nostri giudici mangeranno almeno quattro pietanze a puntata. A Napoli si rimpinzano in una delle tripperie più famose; a Roma mangiano il “trapizzino”, che unisce la tradizione della pizza al tramezzino; a Palermo gustano il “pani ca’ meusa” un panino preparato con la milza di vitello mentre a Firenze assaggiano un vero piatto tipico della cucina toscana popolare: il “lampredotto”. A parte questa sfida particolarmente divertente. L'operazione non è assolutamente banale : il cibo è cultura. In fondo Street Food Heroes vuole far riscoprire le nostre tradizioni enogastronomiche. Chissà c'è ancora in giro per Napoli un chioschetto che fa la pizza fritta come in quel celeberrimo film con Sophia Loren in “L’Oro di Napoli”?. Oppure c'è ancora qualcuno nelle vie del centro storico della città di Pulcinella che fa la Pizza a Libretto ,o pizza a portafoglio che il modo più semplice di consumarla per strada ed è solo margherita. Per antonomasia il cibo dei poverelli e lo sfizio dei ricchi.I tre giudici hanno una precisa funzione, vanno ad indagare la storia del chioschetto che vanno a visitare , il contesto sociale e il "processo" di cucina, ovvero il come si fa. Il tutto non finisce qui, si traduce in una guida Street Food Heroes Guide - un po’ guida, un po’ ricettario, un po’ diario di viaggio sia in versione cartacea e app. La seconda operazione assolutamente geniale, è l'iniziativa di Lovely e Ceres, che utilizza il branded content che è forse la forma di comunicazione televisiva più efficace del futuro. Mentre lo spot si nutre in maniera surrettizia del consenso e dell’audience procurata dal mezzo e dal prodotto editoriale di cui è parassita. Il branded content è l’evoluzione della specie pubblicità: Un modo pulito, meritocratico, in cui la marca si prende finalmente la responsabilità qualitativa ed editoriale delle narrazioni che produce, e che quindi ha l’ambizione onesta di incontrare il gradimento del pubblico. In questo caso Ceres è sia un brand premium quindi legata alla ricerca dell'eccellenza anche nel cibo di strada, sia legata ad una socialità un pò rock , un pò on the road insomma il partner migliore che si possa trovare. Perchè banalmente , tutti hanno bevuto una Ceres da un chioschetto, mangiando. Direi a questo punto di fare il migliore in bocca a lupo a Valentina Gardani , Lovely e Street Food Heroes con i suo giudici per il debutto televisivo di questa sera sottolineando talento imprenditoriale, intuizione e un'attenzione particolare a ritrovare tradizioni enogastronomiche di questa Italia legate in generale ad un'industria agrofood che tutto il mondo ci invidia , anche per strada. Potete seguire ovviamente in televisione il programma , ma anche su facebook gli street food heroes.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook