Sogni di merito
29 Maggio Mag 2013 0943 29 maggio 2013

Grillo Thatcheriano? Tax Consumers VS TaxPayers

MIRACOLO, CONCORDO CON GRILLO!!

Nel suo post di ieri ha detto che c'è un'Italia A di tax consumers composta da 500k persone che vivono di politica (i ladri veri), 4MLN di persone che hanno lavoro nel pubblico (certi ladri altri un po' meno, alcuni no) e 19MLN di pensionati. Qui invece non concordo: ci sono moltissimi baby pensionati e pensionati d'oro che godono di pensioni svariate volte più alte di ciò che hanno versato quando lavoravano e che dobbiamo pagare NOI oggi.

Ma comunque la maggior parte dei pensionati gode di pensioni medio basse, questi ultimi ovviamente non sono ladri se queste non sono per falsa invalidità o se sei una giovane che ha sposato un vecchio per pochi anni e questa busta di soldi nostri ti arriva per mantenerti anche dopo decenni senza che tu abbia mai lavorato per mantenerti da sola.

E poi c'è l'Italia B di tax payers, imprenditori in crisi, studenti, giovani mamme lavoratrici, commercianti, liberi professionisti, gli outsiders in genere, ecc.

Quelli che non hanno entrate fisse e lavoro sicuro.

Ovviamente, non concordo con Grillo sulla sua critica finale al fatto che ha perso voti: perché la parte A è enorme e non lo voterà mai se lui taglierà la loro fonte di vita: i soldi degli altri.

1) Perché allora quando aveva fatto boom "tutto sta cambiando arriveremo al 100% del paese"

2) Grillo nella grandissima parte di proposte propone ricette stataliste che creano altri cittadini della categoria A "tengo famiglia". Solo che i diritti acquisiti li pignorerebbe dai tax consumers attuali e li intesterebbe ai tax payers trasformandoli in nuovi tax consumers.

In ogni caso questo Grillo mi piace mille volte di più di quello degli scontrini o delle briciole dei rimborsetti elettorali: l'Italia è in declino anche perché non è che ci sono pochi furbi, "chissàcheplutogiudaicomassoni", banchieri crudeli che vogliono inginocchiare il paese, mafiosi e complotti di vertice dove si ruba quel centinaio di milioni o qualche miliardo con appaltini, finti rimborsi o immotivati alti stipendi ai mille parlamentari.

Ma, soprattutto, l'Italia è in declino perchè ci sono milioni di persone (percentuali enormi del paese) che prendono soldi senza avere nessuno motivo-merito, e siccome i soldi (come dice mia nonna ndr) non crescono sugli alberi, li si tolgono a chi li produce lavorando.

Certo non mi illudo che questa sarà la via costante del Grillo pensiero e delle sua battaglie: Casaleggio lunedì gli passa il foglio dell'uscita liberista, martedì quello con il tono CGIL, mercoledì la frase che sciolga il cuore alle PMI, giovedì ai nostalgici della destra sociale, venerdì contro gli immigrati, sabato bisogna accontentare chi vuole i matrimoni tra omosessuali... Quando sei contro tutto e tutti, devi offrire cose che piacciano a tutto e a tutti.

twitter @GioviRavetta

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook