Alessandro Da Rold
Portineria Milano
5 Giugno Giu 2013 1804 05 giugno 2013

Ufficiale: nella Lega Maroni non controlla più Bossi

«Lo controllo io l'Umberto, state tranquilli» ripeteva Roberto Maroni, attuale segretario della Lega Nord , nemmeno due settimane fa in via Bellerio, sede del movimento. «L'Umberto è incazz..., occhio...» gli dicevano, ma Bobo era sicuro. Del resto c'era quell'accordo economico, i viveri, le cure mediche, i fondi per la scuola Bosina della moglie Manuela Marrone a spese del partito, sbandierate poi su Corriere e Repubblica, con cifre da capogiro, sino a un milione di euro.  «Lo controllo, state tranquilli, ridiamo e scherziamo insieme», ripeteva Bobo ai barbari sognani preoccupati. E invece le cose stanno andando diversamente.

Il Senatùr è ormai fuori controllo, una variante imprevedibile e quasi impazzita all'interno del Carroccio, movimento ormai in balia di una guerriglia senza esclusione di colpi. C'è chi dice che è «rinco...», chi dice che è «bipolare», che «si commuove con Bobo e poi lo pugnala alle spalle», ma rimane che il vecchio Capo sembra ormai deciso a riprendersi il movimento. O comunque «di fare una gran casino», rompendo le uova nel paniere a Maroni, alle prese con la Lombardia dove è governatore.

Prima l'intervista al Fatto Quotidiano, poi a Repubblica, quindi all'Ultima Parola. Per Maroni «va tutto bene». Tira dritto. Dice: «Bossi ci fa perdere le elezioni». Si cerca di oscurarlo. Gli si tagliano i viveri, anche se poi compaiono nel bilancio di previsione del 2013. Non vogliono farlo più parlare? Vogliono che rimanga in silenzio? Ebbene, Bossi raddoppia. Non lo controlla nessuno. Il presidente federale sarà domani sera a Brugherio, in provincia di Monza, per un comizio alle 21, in piazza Giovanni XXIII, a sostegno del candidato sindaco Maurizio Ronchi. Con Bossi ci sarà anche l'ex segretario della Lega lombarda, Giancarlo Giorgetti. E a Montecitorio - a chi gli dice che Bobo sostiene che sta danneggiando la Lega - lui risponde: «Tutte balle». Vale la pena rivedere l'intervista video concessa da Bossi all'Ultima Parola. Alla fine il Senatùr dice: «Il male è più forte del bene in questo momento storico, speriamo che prima o poi cambi». Chissà...

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook