Alessandro Sannini
La nota
14 Giugno Giu 2013 2350 14 giugno 2013

Kep Consulting : Minibond porta finanza all'economia

Il Corporate Bond emesso dalle PMI non quotate italiane è uno strumento di crescita economica e di immagine

Il 19 Giugno 2013 alle 17.00 presso Banca della Marca ad Orsago ( Treviso ) ci sarà la Tavola Rotonda organizzata in collaborazione con Kep Consulting , società di advisory finanziaria sull'emissione di corporate bonds sopratutto per le piccole medie imprese non quotate italiane. Il Minibond assolve ad un compito importantissimo, quello di ridare liquidità alle aziende, che possono così in un caso rifinanziare le proprie linee di credito oppure in un secondo caso affrontare nuove sfide di investimento e di crescita. E'uno strumento estremamente compatibile con la Piccola Media Impresa Italiana che è familiare e padronale, con grosse paure di fare entrare nel family business soci esterni come fondi di private equity regalando allo stesso modo leve di marketing all'imprenditore legate sopratutto all'espressione della propria società verso il mercato e verso i propri stakeholders. Inserito in una strategia aziendale ad ampio respiro può costituire una prova generale di " go public " per una crescita interna ed esterna reale. La crisi ha frenato in Italia lo sviluppo del mercato del private equity, importante per le PMI che non accedono alla Borsa. Anche l'espansione degli strumenti ibridi di capitale, come il mezzanine finance, va rilanciata. L'introduzione di questo strumento può modificare e migliorare il rapporto banca-impresa. Il Corporate Bond in altri mercati come gli Stati Uniti è estremamente diffuso e funziona egregiamente. Qualcuno sollevava la domanda : Chi comprerebbe un'emissione di un'azienda che non conosce? Il documento informativo sull'impresa, seppur semplificato , è uno strumento in cui si presenta l'azienda , la sua storia ed il suo business in maniera esaustiva. Nella sua fase di scrittura si tende a far emergere i particolari interessanti sia dal punto di vista economico, di tradizionalità ,di intangibili e di prospettive future. Chiudono il cerchio il rating e la certificazione di bilancio. Il Dossier, specie nel caso di aziende piuttosto piccole, ma magari con grande storia e mercati di nicchia potrà ad esempio arrivare sul tavolo di investitori internazionali che normalmente non sarebbero mai arrivati a conoscerla. Un altro vantaggio straordinario, di emettere un prodotto di questo tipo è il trasferire la propria solidità e le proprie prospettive di crescita sul mercato e ad esempio sui propri fornitori. Un'azienda può, strategicamente pensare ad una pluralità di emissioni che siano strettamente collegate al proprio business plan, che ad esempio può contenere una serie di acquisizioni in un certo arco di tempo. L'emissione di un MiniBond può essere per un'azienda italiana, in questo clima turbolento un momento di crescita e di cambiamento. Ricordando il libro " Chi ha spostato il mio formaggio?" di Spencer Johnson e la frase " se non cambi rischi di scomparire" . Allenarsi al cambiamento è salutare. Nella vita personale e in quella professionale. Chi dà per scontato la stabilità di un presente soddisfacente, si troverà impreparato all'inevitabile trasformazione, sia essa sociale, economica, o personale e lo stesso vale per le aziende. L'Appuntamento è per Mercoledì prossimo ad Orsago in provincia di Treviso presso Banca della Marca,

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook