Marco Sarti
Camera con vista
20 Giugno Giu 2013 1740 20 giugno 2013

Il dossier di Brunetta sul rottamatore Renzi

Renato Brunetta racconta Matteo Renzi. Inizia oggi la pubblicazione in più puntate di un “osservatorio” sul sindaco di Firenze. «Un’analisi seria e rispettosa - si legge nell’introduzione del documento a cura del capogruppo berlusconiano - al fine di contribuire alla conoscenza del forse candidato alla segreteria del Pd».

Per sfogliare i primi capitoli del dossier basta navigare sul sito www.freenewsonline.it. «Il rottamatore da rottamare». Ad incuriosire bastano i titoli degli approfondimenti. “Dalla ruota della fortuna all’ingresso in politica”, “Il pavone Matteo”, “La carriera del rottamatore Fonzie-Renzi”.

L’interessante lettura inizia con una dovuta precisazione: «Matteo Renzi è un fenomeno dotato di una macchina da guerra di pubbliche relazioni e propaganda. Ha invaso tutti i canali di comunicazione con il suo rosolio frizzantino, ed il 60% degli elettori del Pd lo vede come candidato premier secondo i sondaggi di Swg del 19 giugno 2013». Insomma, ecco il perché di un dossier.

L’osservatorio prosegue. «In effetti (Renzi, ndr) è del Partito democratico, ma rincorre gli elettori di Silvio Berlusconi, a cui sa di piacere perché rompe con il livore triste dei comunisti ed è capace di sostenere “per me il rosso è solo quello della Ferrari”, salvo poi dire di voler rottamare e pensionare tutti, il Presidente Berlusconi per primo, il quale peraltro fu anche il suo primo finanziatore».

Ecco la prima rivelazione del dossier. Già, perché appena diciannovenne Renzi vinse ben 48 milioni e 400mila lire in gettoni d’oro partecipando alla trasmissione “la ruota della fortuna” con Mike Bongiorno, su Canale Cinque. Denaro che, spiega Brunetta con ironia, «gli diede Fininvest, cioè Silvio Berlusconi».

La sezione sul “pavone Matteo” passa sarcasticamente in rassegna le fotografie e i commenti presenti sul sito e la pagina facebook del sindaco fiorentino. Poi si arriva alla grande domanda. «Cominciamo dal simbolo primo e supremo della sua corsa in casa Pd e fuori. Egli è il “nuovo” contro il “vecchio”, è il Rottamatore. Ma ne ha titolo?». Dopo aver ripercorso con precisione le principali tappe della carriera renziana, Brunetta arriva alla risposta. «Matteo Renzi, in conclusione, ha lavorato nella ditta del papà 4 anni, e ha fatto politica per 22 anni, 3 anni più di Silvio Berlusconi. Se fosse coerente si rottamerebbe da sé».

Presto la seconda puntata del dossier… 

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook