Davide, Alessandro e Andrea
Failcaffè
6 Luglio Lug 2013 1524 06 luglio 2013

7 motivi per scordarsi di fare la fashion blogger

di TizianoSardelli

Sul web impazza la moda delle fashion blogger, noi di Failcaffè ci chiediamo: ce n’era proprio bisogno?
Con questo articolo il mio intento è quello di scoraggiare quelle ragazze che hanno intenzione di fare le Fashion Blogger, e di far capire a quelle che già lo fanno con che occhi le vediamo noi comuni mortali.
Il prezzo è alto, lo so, magari qualcuna mi cancellerà da Facebook, ma ragazze credetemi, un giorno mi ringrazierete!

7 MOTIVI PER I QUALI DEVI SCORDARTI DI FARE LA FASHION BLOGGER

1. Se non sei bona, ma bona bona, questa è una cosa che nun se po’ fa! Toglitelo proprio dalla testa! Puoi comprarti pure tutta la collezione di Gucci, tanto nun te se n’cula nessuno. Rassegnati…renditi conto che lo fa già la Marcuzzi e tu di certo non sei bona quanto lei!

2. Se il punto uno non ti ha convinto, considera il fatto che devi trovare un nome di merda…uno di quelli che ti rimane in mente tutto il giorno, così le ragazzine se lo ricordano e ti indicizzano su Google. Il nome deve anche dare un senso d’internazionalità, non si sa mai che dall’estero si scomodino per leggerti… non per niente le prime cinque Fashion Blogger d’Italia si chiamano: The Blonde Salad, Freaky Friday, The Chilicool, The Fashion Fruit, Don’t Call me fashion Blogger.
Mi sembra chiaro il fatto che qualunque sia il nome che sceglierai, te lo porterai dietro a vita: stai regalando ai tuoi amici, la più ghiotta occasione di prenderti per il culo, per sempre. Un giorno, forse avrai un lavoro rispettabile e dei figli…quel giorno non lamentarti se le tue colleghe, o i compagni di scuola dei tuoi pargoli ti chiameranno ancora: Sweet Cucumber. Noi ti avevamo avvisato!

3. Devi avere un sacco di soldi. Se sei una studentessa universitaria aggiungi -500 euro alla lista delle spese.
Partirai di certo col presupposto di comprare abiti e accessori al mercato o che costano poco, ma quando vedrai che non ti fila nessuno, inizierai a spendere decisamente di più. Insomma, in parole povere, economicamente parlando, è meglio se cominci a fumare! (forse ti fa anche meno male…)

4. Dopo un breve periodo di “rodaggio” in cui sei ancora normale, inizi a parlare oltre che a scrivere come Malgioglio o Alfonso Signorini…ok, sei una donna e non ti diranno mai che sei una checca…ma fidati, non ti fa onore…vuoi davvero diventare una ragazza che parla così: “…abitini adorabili e molto chic, ammetto di avere avuto non poche difficoltà nella scelta, ma alla fine mi sono innamorata di questo delicatissimo abito con ricamo in color salmone…” ? (liberamente tratto da un Fashion Blog) Anche vostra madre inizierà a preoccuparsi. Penserà seriamente che state ricorrendo all’uso di sostanze stupefacenti…e non parlo di erba…

5. Tutti, indistintamente inizieranno a pensare che te la tiri. Se sei già una Fashion Blogger, dopo aver letto questo passo, non chiedere alle tue amiche se questa affermazione è vera. Loro lo pensano già, ma non ti diranno mai la verità.

6. Scordati il Kebab, la pizza, le orecchiette della nonna, la parmigiana, le melanzane ripiene, i panzerotti, gli hamburger, i wurstel e la Nutella. Se sei intenzionata a fare questa scelta, per te la prova costume dura tutto l’anno.

7. Se sei arrivata a questo punto, evidentemente non ti ho ancora convinto. Quello che mi resta da dirti è che se vuoi proprio farti vedere dal Mondo intero con le gambe e le “zinne” di fuori esiste un sito che può soddisfare le tue richieste ed è questo qui.

In alternativa, se non ti piace, puoi lasciare la tua e-mail qui, tra i commenti di Failcaffè.

Stai sicura che se sei una bella ragazza, qualcuno dello staff ti contatterà per un caffè e magari ti farà cambiare idea.

Leggi gli altri articoli di Failcaffè!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook